PUNTO 1-Intesa SP, in 2015 può chiedere con Tltro fino a 10 mld - Ceo

lunedì 23 febbraio 2015 14:27
 

(Riscrive aggiungendo dichiarazioni Messina)

MILANO, 23 febbraio (Reuters) - Intesa Sanpaolo può chiedere nel 2015, tramite le operazioni di finanziamento Tltro della Bce, fino a 10 miliardi di euro e conta di erogare crediti a medio/lungo termine per 36 miliardi

Lo ha detto il Ceo, Carlo Messina, a margine di un evento, senza precisare se la banca parteciperà già alla prima asta Tltro dell'anno che si terrà a metà marzo.

"Nel corso del 2015, se i nostri calcoli sono corretti, pensiamo di prendere 8-10 miliardi", ha detto Messina ricordando che nel 2014 Intesa ha partecipato per 12,5 miliardi, "già tutti erogati".

"Per il 2015 noi mettiamo a disposizione dell'economia reale in Italia 36 miliardi di euro", ha poi aggiunto Messina.

"Sono tornato da poco da un roadshow con gli 80 principali investitori internazionali nel mondo. Si viene percepiti come a un punto di svolta. Oggi il nostro paese viene visto come opportunità di crescita da parte degli investitori internazionali, in particolare dagli Usa, e questo grazie alle due recenti riforme sul lavoro e sulle popolari", ha poi spiegato il banchiere sottolineando come "sia positivo che le aree in cui si cresce di più possano investire nel nostro paese" e che "oltre la Cina anche gli Stati Uniti vanno tenuti in grandissima evidenza".

Intesa Sanpaolo vede già prevalere nel suo azionariato gli investitori internazionali rispetto a quelli domestici e "nell'ultimo periodo c'è stata una crescita dei fondi Usa e degli hedge fund britannici". Già all'ultima assemblea dello scorso maggio, i fondi esteri avevano la maggioranza assoluta con il 52% del capitale presente.

Sulla riforma delle popolari varata per decreto dal Governo, Messina ritiene che non avrà di per sé conseguenze sul piano dell'erogazione del credito. Solo in presenza di aggregazioni, quindi non per effetto della riforma in sé, "può darsi che ci sia una riduzione di filiali e quindi una minor attenzione temporanea nei confronti dei clienti".

(Gianluca Semeraro)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia