Ue punta a vincoli meno pesanti su Abs alta qualità per stimolare credito

mercoledì 18 febbraio 2015 14:40
 

LONDRA, 18 febbraio (Reuters) - L'Ue sta valutando la riduzione dei vincoli di capitale su alcune forme di debito da cartolarizzazioni (Abs) in modo da rilanciare un settore del mercato che, pur all'origine della crisi finanziaria, viene ora visto come fondamentale per il finanziamento di un'economia in difficoltà.

La Commissione ha annunciato di puntare all'identificazione di una nuova classe di Abs che potrebbe beneficiare di vincoli meno pesanti sul capitale.

L'iniziativa rientra nel più ampio progetto Capital Market Union (Cmu), che ha come obiettivo l'unificazione dei mercati entro il 2019 e l'agevolazione della raccolta di fondi da parte delle imprese sui mercati azionari e obbligazionari.

Il Cmu, diffuso oggi per pubblica consultazione, punta a replicare il modello degli Stati Uniti, dove i mercati azionari e obbligazionari garantiscono la fetta maggioritaria del denaro che finanzia l'economia.

In base al nuovo piano Bruxelles dovrebbe allentare i vincoli di capitale sugli Abs di qualità più elevata, in modo da incentivare la loro emissione da parte delle banche e l'acquisto da parte delle assicurazioni.

"Non c'è l'intenzione di disfare ciò che è stato fatto nell'Ue per chiudere la porta alle cartolarizzazioni altamente complesse, opache e rischiose", sottolinea la Commissione.

Secondo Bruxelles, al momento le cartolarizzazioni di crediti alle piccole e medie imprese restano ancora alla metà dei livelli pre crisi e potrebbero generare un potenziale aggiuntivo di credito stimato in 20 miliardi di euro.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia