Zona euro, Syriza vede ruolo Bce in taglio debito in eccesso

giovedì 12 febbraio 2015 14:40
 

BRUXELLES, 12 febbraio (Reuters) - La Banca centrale europea potrebbe contribuire a ridurre l'eccesso di debito nella zona euro acquistando tutti i titoli in scadenza tra il 2016 e il 2020 compresi gli interessi da pagare.

La proposta è stata avanzata nel corso di un seminario dell'istituto Bruegel a Bruxelles da John Milios, capoeconomista di Syriza, il partito di sinistra radicale alla guida del nuovo esecutivo greco.

Ogni paese della zona dovrebbe poi riacquistare il debito dalla Bce nel momento in cui il valore di quest'ultimo scende sotto la soglia del 20% del Pil.

"La Bce pagherebbe il conto, ma terrebbe anche gli utili. Entro il 2040 la Bce sarebbe in grado di cancellare tutte le perdite attraverso questi profitti.

Secondo Milios, in tal momdo sarebbe possibile fa ripartire le economie in tutta la zona euro, comprese quelle di Italia e Spagna.

La proposta di Milios arriva mente i capi di Stato e di governo europei si stanno incontrando a Bruxelles per affrontare, tra gli altri temi in agenda, il problema del debito greco, che è al 176% del Pil.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia