Fisco, slitta ancora decreto su sanzioni - Casero

mercoledì 11 febbraio 2015 15:59
 

ROMA, 11 febbraio (Reuters) - Il governo ha deciso di rinviare oltre l'atteso 20 febbraio il varo del decreto legislativo sulle nuove sanzioni tributarie, che in una prima versione, ora sospesa, conteneva una norma che avrebbe potuto annullare gli effetti della sentenza di condanna di Silvio Berlusconi per frode fiscale.

Lo ha detto oggi il viceministro all'Economia Luigi Casero in un'audizione alla commissione Finanze di Montecitorio, secondo cui l'esecutivo chiederà una proroga di sei mesi alla delega fiscale, che scade il 27 marzo.

"Riteniamo che ci vogliano complessivamente altri sei mesi", ha detto Casero. "Per quanto riguarda il contenuto dei provvedimenti, partiremo con questo schema: il 20 febbraio il governo si dedicherà ai temi dello sviluppo, concorrenzialità e attrattività del sistema fiscale italiano, e nella fase successiva si affronterà la fase legata ad accertamento, sanzioni e contenzioso".

Casero non ha precisato quando il governo intende varare il decreto sulle sanzioni, ma ha detto che tutti i decreti della delega dovranno essere pronti tre mesi prima della nuova scadenza, possibilmente a maggio.

"Questa impostazione ci permette di avere più tempo per dialogare su questi temi - la seconda fase contempla temi complessi - per arrivare ad provvedimento il più condiviso possibile in Parlamento e nel paese", ha aggiunto il viceministro.

Il decreto sulle sanzioni era stato già approvato dal cdm a dicembre con una norma che introduce una soglia di punibilità per tutti i reati tributari al 3% del reddito imponibile.

Le polemiche che ne sono seguite, per l'effetto "colpo di spugna" sulla sentenza Berlusconi, hanno spinto il premier Matteo Renzi a ritirarlo per studiare modifiche e ad annunciarne il rinvio al consiglio dei ministri del 20 febbraio.

Oggi arriva il nuovo slittamento.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia