Monetario, tassi in negativo in vista chiusura Rob, risale liquidità

venerdì 7 novembre 2014 12:54
 

MILANO, 7 novembre (Reuters) - I tassi a brevissimo del mercato monetario risentono dell'avvicinarsi della chiusura del periodo di mantenimento, scambiando in negativo, sullo sfondo di una situazione di liquidità che è andata migliorando dopo il recente scavalco del mese.

Attorno alle 12,35 su General Collateral Italia l'overnight scambia a -0,05, mentre tom/next e spot/next in area -0,02%.

"Siamo a ridosso della fine del periodo Rob e le banche hanno la necessità di liberarsi di un po' di fondi per smaltire un po' di numeri neri" afferma il tesoriere di uno dei maggiori istituti di credito italiani. "D'altra parte l'eccesso di liquidità è tornato su livelli consistenti, una volta superato il fine mese".

Nel finanziamento settimanale di martedì scorso le richieste delle banche sono infatti tornate a scendere, a circa 98 miliardi dai circa 118 in scadenza assegnati dalla Bce nell'ultima settimana di ottobre.

"Fino ai riversamenti fiscali, che si avranno tra il 19 e il 24 novembre, la liquidità dovrebbe rimanere più o meno stabile" aggiunge il Tesoriere.

ECCESSO VISTO STABILE IN INTERVALLO 80-120 MLD

L'eccesso di liquidità nel sistema si attesta al momento attorno ai 115 miliardi: cifra che sarà soggetta a variazioni nelle prossime settimane in base all'andamento dei finanziamenti Bce e dei rimborsi di liquidità a lungo termine.

"A meno di una grossa accelerazione dei rimborsi sugli Ltro, che non vedo, la liquidità dovrebbe mantenersi in un intervallo di 80-120 miliardi" prosegue il tesoriere. "Se la cifra si muove verso il limite superiore, allora i tassi andranno da zero a negativo, al contrario saliranno vero il livello del repo, lo 0,05%".   Continua...