Fiat-Chrysler, operazioni su capitale positive ma rating dipende da cash flow - Fitch

giovedì 30 ottobre 2014 17:46
 

PARIGI/LONDRA, 30 ottobre (Reuters) - La decisione annunciata ieri da Fiat-Chrysler rappresentano uno sviluppo positivo per il profilo di debito del gruppo, tuttavia i rating rimangono ancora condizionati dalle attese di un free cash flow negativo fino al 2016.

E' quanto dice Fitch all'indomani del Cda di FCA che ha varato un piano finanziario che prevede il convertendo fino a 2,5 miliardi di dollari, pari a circa 2 miliardi di euro; la vendita di un massimo di 100 milioni di azioni Fiat, pari a circa 860 milioni ai prezzi attuali; la quotazione del 10% di Ferrari e la possibile emissione di un dividendo da parte di Ferrari prima della quotazione.

Il cash flow che sarà generato da queste operazioni "abbassa l'indebitamento finanziario netto di Fca e rafforza i suoi principali parametri di credito", osserva Fitch ricordando inoltre che il rimborso anticipato del debito Chrysler eliminerà i vincoli che limitano i flussi finanziari tra società del gruppo "rinforzando la nostra visione che è quella di esaminare Fca su una base consolidata".

Fitch ha rating BB-/B e outlook stabile su Fca.

"I rating riflettono anche la debole generazione di free cash flow, che secondo le nostre proiezioni rimarrà negativo almeno fino al 2016, e che non sono direttamente influenzati da da queste operazioni", dice Fitch.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia