Legge Stabilità, Senato approva nuovi obiettivi deficit

giovedì 30 ottobre 2014 13:12
 

ROMA, 30 ottobre (Reuters) - Con 165 voti favorevoli e 90 contrari, l'aula del Senato ha approvato la relazione del governo sui nuovi obiettivi di indebitamento concordati con la Commissione europea.

Dopo che nel pomeriggio anche la Camera avrà votato a favore, si aprirà ufficialmente la sessione di bilancio.

Recependo le richieste di Bruxelles, l'Italia ha accettato di aumentare nel 2015 a oltre 0,3 da 0,1 punti di Pil la correzione del saldo strutturale, calcolato al netto del ciclo e delle una tantum.

"È un onorevole compromesso. Certo, avremmo potuto insistere, ma se ora ci irrigidissimo il risultato paradossale sarebbe un conflitto" con la Commissione europea, ha detto in aula il vice ministro dell'Economia, Enrico Morando.

Il miglioramento complessivo del deficit è di circa 4,5 miliardi, che riduce l'indebitamento netto nominale al 2,6% dal 2,9% del Pil, a fronte del 2,2% tendenziale. L'effetto espansivo della manovra scende quindi a circa 6 dai precedenti 10,4 miliardi.

Morando ribadisce che il governo presenterà emendamenti per recepire l'intesa con l'Europa.

La commissione Bilancio di Montecitorio avvierà l'esame della legge di Stabilità la prossima settimana, dopo aver concluso il consueto ciclo di audizioni. L'arrivo in aula è in agenda il 24 novembre.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia