PUNTO 1-Privatizzazioni, in 2014 Stm e Rai Way, in 2015 5 mld da Enav e Poste

giovedì 30 ottobre 2014 15:26
 

* Cdp comprerà quota Stm e, da Demanio, immobili per altri 500 mln

* Per rispetto target 2014 si guarda cessione quota Enel, poi Eni

* Parlato: per privatizzazione Fs timing prossimo biennio (aggiunge altre dichiarazioni Parlato, riferimenti a immobili e a Fs, background)

MILANO, 30 ottobre (Reuters) - Entro il 2014 il Tesoro punta a cedere la quota di Stm in suo possesso alla Cassa depositi e prestiti (Cdp) e, come detentore del 100% della Rai, a cedere una quota di Rai Way attraverso l'offerta pubblica di azioni.

Sono queste le privatizzazioni a cui limita il raggio di azione per l'anno in corso Francesco Parlato, responsabile del Tesoro per le privatizzazioni.

"E' plausibile che Stm venga ceduta entro quest'anno al gruppo Cdp valutando l'interesse reciproco. Poi, come ha ribadito il ministro, ogni operazione è soggetta alle condizioni di mercato", spiega.

Il Tesoro detiene attualmente il 50% di Stm Holding, che controlla Stm con il 27,5% circa pari, in trasparenza, a una quota vicina al 13,75% della società. Una partecipazione che, in base alla chiusura di ieri in borsa del titolo, vale poco meno di 650 milioni di euro.

Per quanto riguarda Rai Way, prossima all'Ipo , Parlato valorizza l'incasso della Rai per la cessione del 30,5% (o del 34,9% con l'esercizio delle opzioni di sovrallocazione e di greenshoe) attorno ai 300 milioni con "un range di valorizzazione tra 800 milioni e 1 miliardo di euro".

A questo si aggiungerà, come previsto dalla legge di Stabilità, la cessione di altri 500 milioni di immobili del Demanio, con tutta probabilità alla Cassa Depositi e Prestiti. "Il Demanio sta preparando una lista di immobili, soprattutto della Difesa, e il destinatario atteso è ancora una volta la Cdp", dice una fonte vicina alla situazione.   Continua...