October 29, 2014 / 2:18 PM / 3 years ago

PUNTO 2-Fiat Chrysler, rafforzamento da 4 mld euro, con spinoff Ferrari

6 IN. DI LETTURA

* Operazione su capitale da 4 mld euro

* Piano prevede spinoff e quotazione Ferrari

* Ferrari indebitata, cedola a Fca

* Al 2016 sbloccati vincoli su liquidità Chrysler (riscrive aggiungendo dichiarazioni Marchionne)

MILANO, 29 ottobre (Reuters) - Fiat Chrysler (Fca) vara un rafforzamento del capitale per 4 miliardi di euro, secondo le stime dell'AD Sergio Marchionne, che includono lo spinoff di Ferrari, con la quotazione a Wall Street e in un altro mercato europeo del 10% del suo capitale, e un bond convertendo da 2,5 miliardi di dollari.

Oggi il gruppo ha diffuso anche i risultati del trimestre migliori delle attese e ha confermato gli obiettivi 2014.

Fca ha inoltre deciso di rimborsare in anticipo i bond Chrysler al fine di ottenere, a giugno 2016, l'eliminazione ai vincoli di distribuzione di liquidità dal gruppo Usa a Fca.

Possibile Cedola Ferrari a Fca Prima Di Quotazione

Il piano finanziario nel dettaglio prevede IL convertendo fino a 2,5 miliardi di dollari, pari a circa 2 miliardi di euro; la vendita di un massimo di 100 milioni di azioni Fiat, pari a circa 860 milioni ai prezzi attuali; la quotazione del 10% di Ferrari, che gli analisti valutano fino a circa 9 miliardi in termini di enterprise value; la possibile emissione di un dividendo da parte di Ferrari prima della quotazione.

"La combinazione dei 100 milioni di azioni, dei 2,5 miliardi del convertendo, più il dividendo sollevato da Ferrari prima della quotazione, più il collocamento del 10% di Ferrari è più di quanto abbiamo bisogno per realizzare il piano", ha detto Marchionne. "Tutto il pacchetto vale 4 miliardi di euro".

Ferrari, che attualmente ha una posizione finanziaria netta positiva per 1,5 miliardi, avrà un suo indebitamento.

I numeri finali dell'operazione sul capitale dipenderanno dalla valutazione di Ferrari e forse da quanto debito verrà attribuito alla società, elementi sui quali Marchionne è stato piuttosto reticente durante la conference call con gli analisti, limitandosi a dire che Ferrari "avrà sufficiente debito da essere investment grade" e che "saremo tutti sorpresi piacevolmente" sulla valutazione una volta approdata in borsa, uno sbocco smentito più volte in passato.

L'insieme di queste operazioni, in particolare lo sblocco del debito Chrysler e la quotazione della casa di Maranello, hanno spinto in rialzo i titoli in borsa.

Fca ha chiuso con un aumento del 12,8% a 8,6 euro, con scambi per 82 milioni di pezzi da una media di 14,7 milioni; la controllante Exor del 7% a 31,37 euro con scambi a 2,2 milioni di pezzi da una media di 440.000.

Marchionne ha poi detto che non sono allo studio operazioni simili su Maserati o Alfa Romeo e ha smentito le ipotesi di un analista che pensava che Fca fosse in vendita.

Impatto Trascurabile Su Utile Fca, Piano Confermato

L'impatto sull'utile netto Fca di questa operazione, che comporta una riduzione degli oneri del debito e l'uscita di Ferrari dal perimetro, sarà "trascurabile", ha detto Marchionne. "Questa operazione non cambia il piano 2014-18".

Il rafforzamento patrimoniale consente a Fca "di eseguire il piano e di affrontare lo scenario peggiore in termini di inversione dei volumi" di produzione, ha aggiunto. "Le cifre sono state calcolate facendo uno stress test" di Fca.

A Exor Controllo Diretto Di Ferrari

Lo spinoff di Ferrari e la quotazione, che si realizzerà entro il 2015, vedrà Exor primo socio con una quota inferiore al 30% del capitale, che corrisponde alla partecipazione attualmente detenuta in Fca.

La holding non intende diluirsi e mette a disposizione 600 milioni per sottoscrivere il convertendo.

I sottoscrittori del bond convertendo avranno poi diritto a partecipare allo spinoff di Ferrari e quindi a ricevere azioni della casa di Maranello.

Le 100 milioni di azioni che Fca intende collocare includono 35 milioni di azioni proprie e 54 milioni di azioni per reintegrare il capitale dei titoli cancellati a seguito dell'esercizio del diritto di recesso da parte dei soci Fiat.

Il gruppo ha inoltre deciso il rimborso anticipato del debito Chrysler - a giugno 2015 per le Senior Secured Notes con scadenza 2019 e cedola 8% e a giugno 2016 per quelle con scadenza 2021 e cedola 8-1/4% - per eliminare i vincoli che limitano i flussi finanziari tra società del gruppo.

Conferma Target, Apac E Lusso Compensano Sudamerica

Il gruppo conferma i target sull'anno nonostante la debolezza del mercato in America Latina e chiude il trimestre con risultati migliori delle attese. L'ebit si attesta a 926 milioni in crescita del 7% (+10% a cambi costanti) sul 2013.

I ricavi del trimestre sono pari a 23,6 miliardi in rialzo del 14%, l'utile netto a 188 milioni in linea con il 2013, il debito netto a 11,4 miliardi da 9,7 miliardi di fine giugno.

L'aumento del debito è conseguenza soprattutto "dell'assorbimento di cassa stagionale". La liquidità disponibile è pari a 21,7 miliardi, in linea con fine giugno.

Per quanto riguarda l'ebit l'America Latina ha registrato un calo di 118 milioni a causa dei minori volumi e dei costi di start-up dell'impianto di Pernambuco.

Il dato è stato però compensato dai marchi di lusso e dalla buona performance nell'area Asia-Pacifico

La società indica per l'anno fatturato maggiore o uguale a 93 miliardi da circa 93 miliardi del piano industriale annunciato a maggio. Gli altri obiettivi sono esattamente in linea con il piano: Ebit a 3,6-4 miliardi, utile netto a da 0,6-0,6 miliardi, debito netto industriale a 9,8-10,3 miliardi.

(Stefano Rebaudo)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below