PUNTO 2-Inchiesta rating, gup Trani rinvia a giudizio S&P e Fitch

martedì 28 ottobre 2014 19:08
 

(aggiunge commento Fitch)

TRANI/MILANO, 28 ottobre (Reuters) - Il gup del Tribunale di Trani, Angela Schiralli, ha rinviato a giudizio cinque funzionari di Standard & Poor's, tra cui l'ex presidente Deven Sharma, e un funzionario di Fitch, nell'inchiesta che vede coinvolte le due agenzie riguardo i rating espressi sull'Italia tra il 2011 e il 2012.

Sono state rinviate a giudizio anche le due società per responsabilità giuridica, nelle persone dei loro rappresentanti legali. Il processo inizierà il 4 febbraio 2015.

Le due agenzie sono accusate di manipolazione del mercato a seguito dei downgrade, e dei relativi annunci, operati sul rating italiano negli scorsi anni.

L'inchiesta - che in primo momento ha visto coinvolta anche Moody's (per la quale poi i pm avevano chiesto l'archiviazione) - ha cercato di far luce su oscillazioni di borsa ritenute anomale tra il 2010 e il 2012, prendendo il via da un esposto di Adusbef e Federconsumatori.

In una nota ufficiale, S&P spiega di credere "fermamente" che le accuse siano "completamente infondate e non supportate da alcuna prova".

"Abbiamo sempre svolto il nostro ruolo con coerenza, fornendo una opinione indipendente sul merito di credito dell'Italia, in linea con le nostre metodologie internazionali, con i nostri standard di qualità e integrità, e con la regolamentazione europea. Il merito di questa causa sarà ora esaminato da un tribunale nel pieno contraddittorio tra le parti. Siamo fortemente convinti che, quando questo avverrà, saremo pienamente assolti da ogni accusa" recita la nota dell'agenzia.

Anche Fitch si dice fiduciosa che la società e i manager saranno scagionati dalle accuse: "Vogliamo esprimere il nostro rispettoso disaccordo per la decisione del giudice e continueremo a difenderci con vigore. Siamo fiduciosi che Fitch e i nostri funzionari saranno scagionati nelle prossime fasi del processo", si legge in una nota.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia