Btp poco mossi, bene asta Ctz, tasso sale a massimo da maggio

martedì 28 ottobre 2014 12:46
 

MILANO, 28 ottobre (Reuters) - Obbligazionario italiano poco
mosso in una seduta che ha visto prendere il via la tornata
d'aste di fine mese con il collocamento di tutto l'importo
offerto per Ctz e Btp indicizzati all'inflazione.
    Anche oggi, come ieri, il movimento più rilevante da
segnalare è l'andamento divergente tra i titoli di riferimento
spagnoli e italiani, con lo spread tra i benchmark di Roma e
Madrid che scambia a 44 punti base, al massimo da circa febbraio
2012. 
    "E' questo il termometro della debolezza dell'Italia che
coinvolge anche Portogallo e Grecia. Emerge chiaramente che il
giudizio sugli stress test da parte degli investitori stranieri
è negativo per l'Italia e positivo per la Spagna", sintetizza un
operatore.
    Domenica scorsa dagli stress test della Bce è emerso che
nove banche italiane su un totale di 25 a livello europeo non
hanno superato l''esame' dell'Eurotower. Le performance più
negative si sono rivelate quelle di Mps e di Carige
 che complessivamente hanno shortfall per 2,9 miliardi
di euro. Soltanto uno degli istituti di credito spagnoli non ha
superato la prova.
    Stamane hanno preso il via anche le aste di fine mese con il
Tesoro che in tarda mattinata ha collocato 2,5 miliardi di euro
di Ctz con scadenza agosto 2016, con il rendimento salito - ai
massimi da fine maggio - allo 0,692% dallo 0,385% di settembre.
Il rendimento al netto della commissione è stato dello 0,776%.
Il bid-to-cover è sceso a 1,71 da 1,73 del precedente
collocamento. Via XX settembre inoltre ha collocato l'intero
importo offerto per i Btpei 15/9/2024 e 15/9/2026 pari a un
miliardo. 
    "In generale possiamo dire che l'asta è andata bene. Il
recente 'sell-off' sul due anni ha reso questa parte della curva
più attraente", spiega Alessandro Giansanti, strategist di Ing.
    In tarda mattinata, il premio di rendimento del decennale
settembre 2024 rispetto all'equivalente Bund tocca su
piattaforma Tradeweb scambia a 166 punti base, dai 170 pb
dell'apertura e non lontano dai livelli della chiusura di ieri,
quando ha toccato una punta intraday a 172,4, record da martedì
della scorsa settimana. Parallelamente, il tasso del decennale
italiano scambia al 2,547% dal 2,572% dei primi scambi e dal
2,555% della chiusura di ieri.

============================= 12,30 ============================
FUTURES BUND DIC.          150,36   (-0,26)
FUTURES BTP DIC.           128,64   (-0,12)
BTP 2 ANNI  (AGO 16)    105,279  (-0,050)  0,719%
BTP 10 ANNI (SET 24)   110,537  (+0,018)  2,548%
BTP 30 ANNI (SET 44)   116,073  (+0,161)  3,877%
========================= SPREAD (PB)===========================
                                               ULTIMA CHIUSURA
TREASURY/BUND 10 ANNI   139           138
BTP/BUND 2 ANNI           77            75
BTP/BUND 10 ANNI       166           169
livelli minimo/massimo             165,6-170,3   156,5-172,4
BTP/BUND 30 ANNI       212           215
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   182,9         185,5
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  132,9         133,6
================================================================
    
 
 -  Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia