Abs, restano divisione su garanzie statali, Bce rimanda a singoli Stati

sabato 13 settembre 2014 17:57
 

MILANO, 13 settembre (Reuters) - Una richiesta all'Europa, affinché venga trovata una posizione comune sul tema delle garanzie che i singoli Stati devono fornire sugli Abs, è arrivata oggi dalla Spagna, ma le divergenze appaiono ancora ampie.

Durante il vertice odierno dell'Ecofin a Milano il ministro delle Finanze di Madrid Luis de Guindos ha affermato che "è importante che l'Europa trovi una posizione comune su questo tema".

"Dobbiamo trovare una soluzione, ma la soluzione deve essere la stessa per tutti" ha proseguito de Guindos, aggiungendo che un'implementazione uniforme per tutti i paesi è sul tavolo.

Ieri il presidente della Bce Mario Draghi ha ribadito che la banca centrale inizierà il suo programma di acquisto di Abs indirizzandosi esclusivamente sulle tranche 'senior' ovvero quelle a più elevato livello di garanzia. Ma Draghi ha aggiunto che un'estensione degli acquisti alle tranche cosiddette 'mezzanine', sostenute da garanzie di minore qualità, renderebbe il programma più efficace ma è realizzabile solo a condizione che i singoli Stati concedano garanzie specifiche.

Germania e Olanda, tra ieri e oggi, hanno espresso esplicitamente la loro contrarietà all'ipotesi.

"Abbiamo detto esplicitamente no alle garanzie statali" ha dichiarato oggi il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble.

Contrarietà a tale ipotesi è emersa da un documento congiunto franco tedesco visionato da Reuters, circolato prima del vertice milanese.

Nella conferenza stampa finale dell'Ecofin, il vice presidente della Bce Vitor Constancio ha ribadito che Francoforte andrà avanti con quanto annunciato, ma ha sostanzialmente rimandato ai singoli Paesi ogni decisione su un'eventuale estensione del programma.

"Noi faremo quanto annunciato e sta ai singoli stati membri decidere se vogliono contribuire all'allargamento del programma" ha dichiarato Constancio, aggiungendo: "noi non abbiamo altri commenti da fare su questo e accetteremo qualsiasi loro decisione".   Continua...