Irlanda fiduciosa su via libera rimborso anticipato fondi Fmi - Noonan

venerdì 12 settembre 2014 12:19
 

MILANO, 12 settembre (Reuters) - L'Irlanda potrebbe dovere aspettare prima di ricevere il via libera formale per rimborsare anticipatamente i prestiti ricevuti dal Fondo monetario internazionale, ma è fiduciosa rispetto al raggiungimento di un accordo con i partner europei.

Lo ha detto il ministro delle Finanze irlandese Michael Noonan arrivando ai lavori dell'Eurogruppo informale a Milano.

"Non c'è una marcia indietro, fino ad ora nessuno si opposto espressamente, ma c'è qualche complicazione" ha detto Noonan.

"In Svezia ci sono le elezioni e potrebbero non essere nella posizione di prendere una decisione politica, anche se c'è un generale supporto politico da quello che che sentiamo", ha aggiunto, per poi concludere: "Penso che avremo una indicazione molto buona sul fatto che avremo supporto ma forse non formalmente oggi e domani".

Nel 2010 l'Irlanda è stata costretta a richiedere un piano di assistenza finanziaria a Ue e Fmi per evitare il default. Essendo da allora tornata al mercato dei capitali, vuole ripagare i prestiti ricevuti da Washington, con interessi più alti, per ridurre il servizio del debito, ma deve prima avere l'ok dai creditori europei.

Quale parte del pacchetto Ue/Fmi, l'Irlanda ha ricevuto anche prestiti bilaterali da una serie di Paesi, tra cui la Svezia, dove si vota domenica.

I prestiti ricevuto dal Fmi hanno un tasso d'interesse di crica il 5%, mentre Dublino sul mercato ora paga meno del 2%. In base all'accordo di salvataggio, Dublino deve ripagare tutti i creditori nello stesso momento, a meno che ottenga il via libera da parte di tutti gli altri.

(James Mackenzie)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia