RES PUBLICA-Rilancio, la via stretta di interventi immediati entro i vincoli

venerdì 12 settembre 2014 11:03
 

di Paolo Biondi

ROMA, 12 settembre (Reuters) - Il messaggio giunto ieri al governo da Milano, prima dal governatore Ignazio Visco poi dal presidente della Bce Mario Draghi, è chiaro: intervenire subito su investimenti, riforme e taglio delle tasse entro i vincoli di bilancio.

Strada strettissima. Tant'è che Alberto Alesina e Francesco Giavazzi nell'editoriale di oggi del Corriere della sera rilanciano il messaggio chiedendo interventi immediati ma proponendo per il 2014 uno sforamento del tetto del 3%. Federico Fubini su Repubblica risponde prontamente che la strada è impraticabile per l'opposizione di Angela Merkel. Matteo Renzi ha già risposto via Twitter: il 3% non si tocca.

Discorso chiuso, quindi? Carlo Bastasin sul Sole 24 Ore scrive che la strada che sceglierà la Ue "è ancora dubbia", ma il chiarimento non arriverà prima di novembre.

La strada del governo fino ad allora e nella legge di Stabilità non può che essere quella di trovare investimenti e finanziamenti al taglio delle tasse nelle risorse che ci sono: Spending review, i margini esigui concessi dalla revisione dei dati macro che l'Istat sta facendo (e i nuovi criteri di bilancio che dovrebbero avere effetto soprattutto grazie al diverso calcolo degli swap), la minore spesa per interessi concessa in particolare dai record minimi dei rendimenti sulle nuove emissioni.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia