Italia rispetterà 3%, da Ue attesi investimenti, non lezioni - Renzi

venerdì 12 settembre 2014 10:31
 

ROMA, 12 settembre (Reuters) - Il premier Matteo Renzi ha ribadito oggi che l'Italia non sforerà il tetto del 3% del deficit rispetto al Pil, ma alla Commissione europea, che vigila sul rispetto dei parametri del Patto di stabilità, chiede l'attuazione del piano di investimenti da 300 miliardi di euro annunciato dal suo nuovo presidente Jean-Claude Juncker.

"Noi rispettiamo il 3%. Siamo tra i pochi a farlo. Da Europa dunque non ci aspettiamo lezioni, ma i 300 miliardi di investimenti", ha detto il premier su Twitter questa mattina.

Renzi ha detto nelle settimane scorse che il deficit di quest'anno sarà al 2,9% invece del 2,6% precedentemente stimato.

Juncker ha annunciato due mesi fa un pacchetto da 300 miliardi di euro di investimenti, che ieri ha ricevuto l'apprezzamento anche del governatore della Bce Mario Draghi.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia