Debito zona euro, AD Commerzbank favorevole a eurobond

mercoledì 3 settembre 2014 09:56
 

BERLINO, 3 settembre (Reuters) - L'AD di Commerzbank , seconda banca della Germania, si spende pubblicamente a favore degli eurobond, sostenendo in un articolo pubblicato su un quotidiano tedesco che gli Stati della zona euro dovrebbero iniziare a emettere bond comuni se davvero vogliono fare dell'euro una moneta globale forte.

"L'introduzione di bond sovrani europei di questo tipo renderebbe permanentemente l'euro una moneta importante nel mondo, garantendo così la rilevanza e la competitvità dell'Europa", ha scritto Martin Blessing sulle pagine del giornale economico Handelsblatt.

La cancelliera tedesca Angela Merkel è contraria agli eurobond, ritenendo necessaria prima una maggiore unione politica ed economica dell'Europa.

Blessing è però convinto che la risposta Bce alla crisi del debito della zona euro e i bond emessi sulla base dello schema di salvataggio dei paesi in difficoltà (l'Esm -European Stability Mechanism) mostrano che esiste già un debito comune e che "gli eurobond sono già stati virtualmente introdotti dalla porta di servizio".

Oltre che attrarre gli investitori, secondo Blessing un quadro legalmente vincolante per questi strumenti avrebbe il vantaggio di dare agli stati membri "forti incentivi per una disciplina di bilancio".

Lo Stato tedesco ha il 17% di Commerzbank, che è stata tra le più rilevanti vittime della crisi finanziaria globale; Berlino ha speso per salvarla circa 18 miliardi di euro.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia