Btp tornano positivi dopo correzione ieri, spread in calo a 155 pb

venerdì 29 agosto 2014 12:22
 

MILANO, 29 agosto (Reuters) - Dopo la sensibile correzione
vista ieri, complici le aste e le tensioni in Ucraina, il
mercato obbligazionario italiano si riporta in territorio
positivo, in linea con una parte della periferia, in una seduta
caratterizzata da importanti dati sul fronte macro a livello
italiano ed europeo.
    In tarda mattinata il tasso del decennale italiano sale
leggermente rispetto ai livelli di avvio di seduta (2,43%) al
2,45%, invariato rispetto alla chiusura di ieri. Parallelamente
il differenziale di rendimento tra Btp e Bund sul tratto a 10
anni si attesta a 155 punti base, invariato rispetto ai primi
scambi e in restringimento dai 157 pb della chiusura di ieri. 
    A dominare la giornata il fronte macro con la stima flash
sull'inflazione dell'intera zona euro di agosto - che non ha
riservato sorprese negative - attestatasi a +0,3%, in linea con
le attese e in lieve calo rispetto allo 0,4% di luglio.
 
    Complice anche il dato tedesco di ieri - che ha mostrato
un'inflazione preliminare invariata allo 0,8% in agosto -
sembrano ormai sfumate le possibilità di un intervento della
Banca centrale europea già al meeting della settimana prossima,
come invece avevano lasciato intendere le parole di Mario Draghi
la scorsa settimana al forum di Jackson Hole. Il consiglio del 4
settembre sembra delinearsi a questo punto come interlocutorio,
in linea con quanto avevano detto a Reuters qualche giorno fa
alcune fonti della Bce, raffreddando le aspettative su un
intervento di Francoforte a meno che i dati sull'inflazione
della zona euro non avessero mostrato un calo significativo.
    Poco prima della diffusione del dato, il ministro
dell'Economia tedesco Wolfgang Schaeuble ha raffreddato
ulteriormente gli animi affermando che la Bce non ha gli
strumenti per combattere la deflazione e la politica monetaria
di Francoforte ha esaurito i mezzi a sua disposizione.
 
    "Il mercato ha di fatto già prezzato il fatto che la Bce non
interverrà al prossimo meeting ma si aspetta in quella sede una
serie di dettagli circostanziati da parte di Draghi sul piano di
Abs annunciato a giugno, da cui Draghi non può esimersi pena una
delusione dei mercati stessi", spiega uno strategist.
    Immediatamente dopo la diffusione del dato sull'inflazione
della zona euro, il futures Bund ha toccato il minimo di
giornata a 151,32.
    "Il calo del Bund è legato al riacuirsi delle tensioni in
Ucraina e anche ai dati sull'inflazione usciti in linea con le
attese e non peggiori, come si aspettava il mercato", spiega
ancora.
    
    BTP POSITIVI SU ATTESE 'QE' ENTRO TRIM1 2015
    Hanno ripreso invece il trend positivo, interrotto ieri, i
governativi italiani. 
    "Ieri abbiamo visto una forte debolezza dovuta alle aste ma
anche a prese di profitto. Il mercato italiano tuttavia resta
ancora positivo perché le aspettative restano che entro la fine
del primo trimestre 2015 la Bce intervenga in termini di
'quantitative easing'. Credo che, al netto di un po' di
volatilità, il trend resterà positivo fino a fine anno", spiega
ancora l'operatore. 
    Sempre sul fronte macro, da segnalare anche i dati
sull'inflazione italiana che ad agosto mostra il primo tasso di
crescita tendenziale negativo dal settembre 1959. Secondo i dati
provvisori di Istat, l'indice Nic dei prezzi al consumo è salito
dello 0,2% su mese ed è sceso dello 0,1% rispetto allo stesso
periodo dell'anno precedente, a fronte di una mediana delle
previsioni raccolte fra gli analisti di un +0,1% su mese e di un
-0,2% su anno. 
    Quanto al primario, nel pomeriggio si terrà la riapertura
dei titoli a medio lungo in asta ieri, con il Btp quinquennale e
il nuovo decennale scesi a nuovi minimi di rendimento. L'offerta
supplementare prevista è di 375 milioni per il quinquennale, 1,2
miliardi per il nuovo decennale e 225 milioni per il Ccteu
novembre 2019.

============================= 12,15 ============================
FUTURES BUND SETT.           151,40   (-0,17)          
FUTURES BTP SETT.            130,54   (+0,18)   
BTP 2 ANNI  (AGO 16)     106,368  (+0,033)  0,401%
BTP 10 ANNI (SET 24)    111,627  (+0,048)  2,447%
BTP 30 ANNI (SET 44)    121,118  (+0,391)  3,626% 
========================= SPREAD (PB)===========================
                                                 ULTIMA CHIUSURA
                                   
    
TREASURY/BUND 10 ANNI  145           145 
BTP/BUND 2 ANNI           43            46        
 
BTP/BUND 10 ANNI       155           157      
livelli minimo/massimo             150,5-155,5   145,9-158,2   
BTP/BUND 30 ANNI       190           193
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   204,6         201,9  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                  117,9         119,2
================================================================
    
 -  Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia