29 agosto 2014 / 10:34 / 3 anni fa

Monetario, rialzo limitato per o/n su fine mese, tassi visti a zero

MILANO, 29 agosto (Reuters) - È piuttosto limitato il rialzo, tipico dello scavalco del mese, che si osserva sul tasso overnight nella seduta odierna, l'ultima di agosto.

Attorno alle 11,15 italiane su General Collateral Italia l'overnight scambia allo 0,05%, mentre il tom/next e lo spot/next rispettivamente allo 0,015% e allo 0,02%.

"Il segnale è molto positivo, vuol dire che nonostante la scadenza del fine mese c'è meno riluttanza a prestare fondi" commenta un tesoriere, che rileva come ieri e l'altro ieri tom e spot, quando i due tassi "lavoravano" sullo scavalco del mese, si siano attestati su quotazioni medie tra lo 0,20 e lo 0,25%, mentre la media dell'overnight risultati stamane attorno allo 0,10%.

Archiviata la scadenza tecnica del fine mese sono attesi un rientro delle tensioni e un riallineamento verso il basso dei tassi del brevissimo, di nuovo tutti schiacciati sullo zero, coerentemente anche con un eccesso di liquidità nel sistema decisamente abbondante, questa settimana intorno ai 140 miliardi di euro.

Ieri pomeriggio, d'altra parte, per la prima volta il tasso Eonia è stato fissato in negativo, ad un -0,004%.

"In vista della fine mese le banche si sono premunite, aumentando le richieste nel p/t a sette giorni di questa settimana" prosegue il tesoriere. "Tale aumento potrebbe rientrare martedì prossimo, ad ogni modo 20-30 miliardi non spostano molto in termini di eccesso, quindi per l'inizio di settembre non vedo spostamenti dei tassi a brevissimo dallo zero".

Nell'ultimo pronti contro termine settimanale la Bce ha collocato liquidità per circa 131,8 miliardi, contro i 107,6 in scadenza. In settimana si è tenuta anche l'operazione di finanziamento trimestrale della Bce, che ha visto invece un calo delle richieste: 7,2 miliardi, a fronte dei quasi 11 in rientro.

VERSO AUMENTO ECCESSO IN SETTEMBRE CON PRIMO TLTRO

Intanto, anche se per il meeting Bce della prossima settimana non sono attese nuove iniziative espansive da parte di Francoforte, la liquidità nel sistema monetario è comunque destinata ad nuovo allargamento nel corso del mese prossimo, a seguito dello svolgimento della prima delle due operazioni 'targeted Ltro' (Tltro) programmate dalla banca centrale, in calendario per il 18 settembre.

Ad ogni modo, la maggioranza degli economisti interpellati in un sondaggio Reuters pubblicato ieri è convinta che la Bce lancerà entro marzo 2015 un programma di quantitative easing, che si baserà sull'acquisto di cartolarizzazioni (Abs).

Il banchiere centrale austriaco Ewald Nowotny si è augurato che venga fatto un largo uso dei fondi offerti tramite Tltro, spiegando che per le tesorerie delle banche sarebbe "un grosso errore" non approfittare di questa possibilità.

"Quando furono annunciati i Tltro le attese erano per richieste sui 400 miliardi nel primo, ora direi che sono più sui 300" conclude il tesoriere. "Parte di queste richieste verranno probabilmente compensate da un aumento dei rimborsi sui due Ltro, ma nel complesso è ipotizzabile un netto incremento dell'eccesso di liquidità".

Stamane intanto la Bce ha comunicato che la settimana prossima rientreranno fondi a lungo termine per complessivi 3,509 miliardi. Una cifra che porta il totale dei rimborsi a circa 380 miliardi sui 489 collocati da Francoforte nel Ltro del dicembre 2011, e a oltre 284 sui 529 assegnati in quello del febbraio 2012.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below