Francia vuole ridiscutere tempi per obiettivi deficit - Sapin

giovedì 3 aprile 2014 09:20
 

PARIGI, 3 aprile (Reuters) - Il nuovo governo francese si atterrà agli impegni presi di riduzione del deficit ma cercherà do ottenere dall'Ue una revisione dei tempi per il raggiungimento degli obiettivi.

Lo ha detto il nuovo ministro delle Finanze francese Michel Sapin.

In questo senso si era già espresso tre giorni fa il presidente Francois Hollande e le parole di Sapin chiariscono ulteriormente come la Francia potrebbe non portare il proprio rapporto deficit/Pil sotto il 3% come promesso alla fine del 2015.

"Sono obiettivi a cui ci atterremo (...) È il percorso, sono i tempi che saranno discussi, tenendo a mente gli interessi comuni, non si tratta della Francia che chiede qualcosa in ginocchio" ha affermato Sapin in un'intervista alla radio.

"È nell'interesse dell'Europa trovare la tempistica giusta. L'europa starà meglio quando la Francia starà meglio" ha proseguito il neo ministro, spiegando che esiste una "linea sottile" tra il rigore necessario per riordinare i conti pubblici e un eccesso di austerità che soffocherebbe la ripresa economica.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia