Voluntary disclosure, Delrio: bene avvio ddl a Camera, ora tempi rapidi

mercoledì 2 aprile 2014 18:31
 

ROMA, 2 aprile (Reuters) - Il governo esprime "soddisfazione" per l'incardinamento ieri alla commissione Finanze della Camera del disegno di legge sulla procedura di collaborazione volontaria (la voluntary disclosure) per l'emersione dei capitali illecitamente esportati all'estero.

E' quanto si legge in una dichiarazione del sottosegretario Graziano Delrio, diffusa da palazzo Chigi.

"Il governo italiano ribadisce la sua determinazione a lavorare con il Parlamento al fine di giungere ad una rapida approvazione del provvedimento sul rientro dei capitali, come meccanismo di adesione volontaria e non certo come condono". Dice Delrio.

Il ddl è risultato di una norma stralciata lo scorso 11 marzo alla Camera dal decreto legge varato dal precedente governo di Enrico Letta, e introduce in Italia la cosiddetta 'voluntary disclosure': chi aderisce può dichiarare i capitali detenuti illecitamente all'estero, beneficiando di uno sconto sulle sanzioni amministrative e di un regime di favore sul piano penale, ma dovrà pagare l'intero importo dovuto.

Alla base della decisione di procedere con un ddl anziché un decreto vi sono state le perplessità che i deputati hanno maturato durante il ciclo di audizioni concluso la scorsa settimana.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia