PUNTO 3-Italia, disoccupazione sale a 13%, nuovo picco dal 1977

martedì 1 aprile 2014 17:09
 

* Per analisti erosione occupati, effetto della recessione, proseguirà per tutto sem1

* Picco tasso disoccupazione potrebbe non essere stato ancora raggiunto

* Renzi: ripresa non sufficiente, avanti con riforme, possiamo tornare sotto 10%

* In un anno incrementi più alti solo a Cipro e in Grecia (aggiorna con nuove dichiarazioni Renzi da Londra)

di Elvira Pollina

MILANO/ROMA, 1 aprile (Reuters) - Ancora una puntata al rialzo per il tasso di disoccupazione in Italia, che a febbraio è salito al 13%, il valore più alto dall'inizio del 1977, a segnalare come la lenta ripresa su cui si sta incamminando l'economia non riesca ancora ad assorbire l'emorragia di posti, effetto di un biennio di recessione.

Da Londra il presidente del Consiglio Matteo Renzi, definisce "sconvolgente" il nuovo dato, definendo "non sufficienti" i "segnali di ripresa dell'economia italiana" e sottolineando la necessità di "correre sulle riforme".

Vogliamo tornare sotto il 10%. Ci arriveremo nei prossimi mesi e nei prossimi anni. E' un obiettivo che possiamo raggiungere", ha aggiunto poi nel corso di una conferenza stampa al termine di un colloquio con il premier britannico David Cameron.

A detta degli analisti, e dello stesso ministro del Lavoro Giuliano Poletti, però, il 2014 sarà con buona probabilità un anno ancora molto difficile per il mercato del lavoro italiano.   Continua...