PUNTO 1-Lavoro, Poletti: 2014 di sofferenza. E frena su contratto unico

martedì 25 marzo 2014 13:53
 

* Poletti annuncia soluzione definitiva per esodati

* Manca 1 mld per coprire cassa in deroga in 2014 (Accorpa pezzi, aggiunge contesto)

di Francesca Piscioneri

ROMA, 25 marzo (Reuters) - Il 2014 sarà ancora un anno molto difficile per il mercato del lavoro in Italia, anche se alcuni settori come quello metalmeccanico sono in ripresa.

Lo ha detto oggi il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, nel corso di una audizione parlamentare per presentare le linee guida del dicastero.

"Cosa ci aspettiamo per 2014? Sarà ancora un anno di grande sofferenza. Ce lo dice un dato secondo cui, indipendentemente da come andrà il Pil - +0,7, +0,8 o 1, certo sarebbe meglio 1 - la dinamica dell'occupazione per il 2014 continuerà a essere molto, ma molto pesante", ha detto Poletti.

Secondo Istat, a gennaio 2014 il tasso di disoccupazione è salito al 12,9%, il livello più alto dal 1977 - a fronte del 12% della zona euro - portando a 3,3 milioni il numero dei senza lavoro.

La disoccupazione giovanile è salita nello stesso mese al 42,4%, toccando anche in questo caso il massimo dal 1977.

"Alcuni dati, anche informali che abbiamo, ci dicono che si materializzeranno alcune ripartenze, il settore metalmeccanico sta riprendendosi", ha aggiunto il ministro precisando però che nell'anno in corso "faremo i saldi tra un settore che fa +3 e gli altri che fanno -10".   Continua...