Tasi, Delrio conferma impegno su addizionale 0,8 per mille

lunedì 24 febbraio 2014 18:31
 

ROMA, 13 febbraio (Reuters) - I comuni potranno aumentare l'aliquota massima della Tasi di 0,8 punti nel 2014: il nuovo governo di Matteo Renzi intende onorare l'accordo raggiunto con i sindaci dal precedente esecutivo.

"Il governo ribadisce i termini dell'intesa", dice il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio.

Il decreto sarà approvato "presto", aggiunge il braccio destro dell'ex sindaco di Firenze.

Prevista dalla legge di Stabilità, la Tasi è l'imposta che finanzia i servizi indivisibili come il trasporto pubblico locale, l'anagrafe e l'illuminazione delle strade.

Il decreto dovrebbe sancire che la tassazione sulla prima casa rimarrà sostanzialmente la stessa nel passaggio dall'Imu alla Tasi, almeno per il 2014.

I sindaci dovranno infatti utilizzare la maggiore leva fiscale sulla Tasi per finanziare le detrazioni sulla prima casa. E, secondo quanto spiega una fonte governativa, gli sconti dovranno essere "tali da generare effetti sul carico di imposta Tasi equivalenti a quelli determinatisi per l'Imu".

I sindaci avranno la massima libertà nel decidere come ripartire l'addizionale dello 0,8 per mille tra le diverse basi imponibili. Alcuni comuni potranno aumentare il prelievo sulle prime case, altri alzeranno le tasse sulle case diverse dall'abitazione principale, altri ancora decideranno di distribuire l'aumento sulle varie tipologie di immobile.

Lo spettro delle soluzioni possibili oscilla tra due casi limite. In un caso, un sindaco potrebbe alzare la Tasi sulla prima casa fino al 3,3 per mille. In un altro, il prelievo sulle case diverse dall'abitazione principale, come somma di Imu e Tasi, potrebbe salire all'11,4 per mille.

L'addizionale aumenta l'impianto federalista della Tasi ma rischia di penalizzare imprese ed esercizi commerciali, che nel 2012 hanno garantito circa metà del gettito Imu. Alzare il prelievo sugli immobili diversi dall'abitazione principale significa infatti colpire anche gli immobili strumentali.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia