Btp chiudono in rialzo dopo impegno Renzi su nuovo governo

giovedì 13 febbraio 2014 17:38
 

MILANO, 13 febbraio (Reuters) - Chiusura in rialzo per il
mercato obbligazionario italiano che cancella le perdite della
prima parte della seduta e inverte la rotta dopo le parole del
segretario del Pd Matteo Renzi.
    Il sindaco di Firenze, nell'accantonare l'esperienza
dell'esecutivo Letta, ha chiesto al suo partito di assumersi la
responsabilità di un nuovo governo fino al 2018 con la stessa
maggioranza.
    "Il fatto che non si vada ad elezioni anticipate ha ridato
fiato al mercato italiano e tutta la periferia, che si è
lasciata alle spalle la debolezza di questa mattina", dice un
dealer di una banca italiana specialista.
    Nella prima parte della giornata, a pesare sui Btp, in un
contesto di debolezza generalizzata del comparto periferico,
legata a una nuova ondata di tensioni sui mercati
emergenti, era stata anche l'immissione di nuova
carta a medio-lungo per 7,5 miliardi.
    Collocamento, peraltro, ben accolto dal mercato, che ha
rastrellato tutti i 7,5 miliardi offerti di Btp a 3, 7 e 30
anni. In discesa i rendimenti: in particolare il rendimento del
titolo a 3 anni ha toccato il minimo storico e quello del 30
anni il minimo dal gennaio 2007.
    Di fondo, dunque, secondo gli analisti, l'umore del mercato
sulla periferia europea e sull'Italia rimane positivo, alla luce
dell'orientamento ultra-accomodante della Banca centrale
europea.
    "Le tensioni sui Paesi emergenti hanno fatto correre i 'core
asset', Bund in testa, e l'allargamento dello spread è dovuto in
buona sostanza al rally della carta tedesca", dice un secondo
operatore.
    In chiusura di seduta il differenziale di rendimento tra
titoli di Stato italiani e tedeschi a dieci anni, dopo in picco
intraday in area 212, si attesta ai minimi di seduta a 204 punti
base dai 202 punti base del finale di seduta di ieri
.
    Il rendimento del decennale italiano, che ieri
aveva toccato aggiornato il minimo dall'inizio del 2006 al
3,66%, in chiusura viaggia in area 3,71% dal 3,735% di ieri
sera. 
    Resta inferiore il rendimento del decennale spagnolo, che a
fine giornata è al 3,63% dal 3,66% di ieri.
    
    ATTESA PER MOODY'S E DATI PIL TRIM4
    In attesa di capire quale saranno le prossime tappe verso la
nascita del nuovo esecutivo, le attenzioni degli investitori si
rivolgono a due eventi chiave in agenda domani: l'aggiornamento
sul rating sovrano italiano da parte di Moody's, secondo la
nuova normativa europea, e il dato preliminare del Pil del
quarto trimestre.
    Per quanto riguarda il rating, il mercato sconta una
conferma del merito di credito a Baa2, con outlook negativo.
    "Non mi aspetto che domani Moody's migliori l'outlook sul
rating italiano, che dovrebbe quindi restare negativo. Fino a
qualche settimana fa vedevo qualche margine, ma ora
probabilmente l'agenzia si prenderà del tempo per capire come
evolva la situazione politica", prevede lo strategist Ing
Alessandro Giansanti.
    Dai numeri Istat relativi all'andamento del Pil nel quarto
trimestre ci si attende la conferma dello scenario di un
marginale ritorno alla crescita dell'economia, stabilizzatasi
nel corso dell'estate dopo due anni all'insegna della
recessione.
    
========================== 17,20 =============================
FUTURES BUND MARZO          143,78   (+0,61)
FUTURES BTP MARZO           118,34   (+0,22) 
BTP 2 ANNI (NOV 15)     103,572  (+0,034)  0,877%
BTP 10 ANNI (MAR 24)   106,822  (+0,192)  3,715%
BTP 30 ANNI (SET 44)   103,304  (-0,033)  4,601% 
========================= SPREAD (PB) ========================  
                                              ULTIMA CHIUSURA  
TREASURY/BUND 10 ANNI  108           105 
BTP/BUND 2 ANNI           80            81        
BTP/BUND 10 ANNI       204           202 
  livelli minimo/massimo            204,3-211,8  197,9-203,3   
BTP/BUND 30 ANNI       208           204 
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   283,8         282,4  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   88,6          86,3
==============================================================
       
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia