Difficoltà emergenti pesa su economie euro esposte a export - Schaeuble

martedì 11 febbraio 2014 11:08
 

BERLINO, 11 febbraio (Reuters) - Le recenti difficoltà dei paesi emergenti peseranno sulle economie europee orientate all'esportazione come la Germania ma, secondo il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schaeuble, non ci sono segnali che il blocco della moneta unica sia a rischio di deflazione.

Parlando a Reuters, Schaeuble ha segnalato di essere pronto ad aiutare i paesi emergenti che hanno visto le proprie valute crollare a minimi di molti anni nelle ultime settimane nel quadro di un ampio sell-off di mercato.

"Aiuteremo i mercati emergenti, nei limiti delle nostre possibilità, per risolvere i loro problemi proprio come loro sono stati al nostro fianco negli anni passati", ha detto Schaeuble, riferendosi ad una riunione dei ministri delle finanze del G20 in Australia in programma questo mese.

Schaeuble ha inoltre ridimensionato i rischi legati alla decisione della Corte Costituzionale tedesca sul cosiddetto Outright Monetary Transactions (OMT), il programma di acquisti sul secondario della Bce. Secondo molti, quest'ultimo è stato decisivo nel restaurare la fiducia nella zona euro dopo anni di crisi che avevano minacciato di smembrare il blocco.

"Penso che il ritorno di fiducia dei mercati finanziari nella stabilità dell'euro è stato dovuto non solo e non primariamente all'annuncio dell'Omt della Bce", ha detto il ministro. "Quando i leader di governo da un lato e la banca centrale dall'altra dicono che faranno quello che è necessario, allora i mercati finanziari non hanno bisogno di preoccuparsi".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia