Grecia, risolte divergenze con creditori su target bilancio 2014 -fonti

martedì 4 febbraio 2014 16:19
 

ATENE/BRUXELLES, 4 febbraio (Reuters) - La Grecia e i suoi creditori internazionali hanno in larga parte risolto le divergenze sulla questione di un potenziale ammanco nei conti di Atene quest'anno rispetto al target concordato, rimuovendo un ostacolo cruciale alle trattative relative al versamento di un terzo pacchetto di aiuti finanziari.

Lo hanno riferito due fonti direttamente coinvolte nei negoziati.

Secondo funzionari della zona euro, inoltre, Atene dovrebbe richiedere un terzo pacchetto di aiuti da 10-20 miliardi di euro per coprire le esigenze finanziarie nel biennio 2014-2015.

L'ultima verifica del piano di risanamento dei conti previsto dal piano di assistenza fiananziaria targata Ue e Fmi si sta trascinando da settembre, in larga misura sulla disparità di vedute rispetto alla modalità con cui Atene dovrebbe coprire un gap nei conti di quest'anno, stimato pari a 1 miliardo di euro.

Ad ogni modo, la questione ha perso di rilevanza grazie ai dati sorprendentemente positivi sull'avanzo primario messo a segno dalla Grecia nel 2013, hanno detto due fonti di entrambi i fronti negoziali.

Sul tavolo ci sono ancora i termini degli stress test sui bilanci bancari, le riforme strutturali e l'impatto dell'annullamento dei tagli salariali da parte dell'Alta corte greca.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia