Saccomanni esclude effetto contagio per Italia da crisi emergenti

lunedì 27 gennaio 2014 19:43
 

BRUXELLES, 27 gennaio (Reuters) - Non c'è alcun rischio per l'Italia dalla crisi dei Paesi emergenti, secondo il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni.

"No, assolutamente. La crisi dei Paesi emergenti è la conferma del fatto che esistono dei mercati dei capitali che gestiscono volumi molto ingenti e che si muovono un po' tutti quanti allo stesso tempo, a seconda di aspettative sull'andamento dei tassi di interesse e di cambio e che provocano fasi acute di volatilità", ha risposto il ministro alla domanda se dalla crisi ci sono effetti contagio per l'Italia, parlando al termine dell'Eurogruppo.

"L'italia non vedo cosa c'entri. Ci sono reazioni meccaniche sugli spread, ma il dato molto più stabile è quello del rendimento dei titoli di stato italiani. L'italia oggi si finazia complessivamente al tasso del 2%", ha aggiunto Saccomanni.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia