Poste, bene cessione con ingresso dipendenti in azionariato-Cisl

venerdì 24 gennaio 2014 17:31
 

ROMA, 24 gennaio (Reuters) - La Cisl plaude al progetto governativo di privatizzazione delle Poste che prevede, tra l'altro, l'ingresso dei dipendenti nell'azionariato, misura da sempre caldeggiata dal sindacato di Raffaele Bonanni.

"C'è la novità importantissima dell'azionariato dei dipendenti, con lavoratori e lavoratrici che saranno azionisti della propria azienda e soprattutto non si parla di spacchettamento di un'azienda così importante e strategica per l' economia italiana", dichiara in una nota il segretario confederale, Annamaria Furlan.

"Rispetto alle privatizzazioni mal fatte degli anni 90 nel caso di Poste italiane abbiamo un'ipotesi di processo di privatizzazioni assolutamente diverso", aggiunge la nota citando il fatto che "la maggioranza della proprietà rimane pubblica, del Tesoro".

E' in corso oggi il Consiglio dei ministri chiamato a varare il Dpcm sulla dismissione in prima battuta del 40% delle Poste .

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia