Fisco, in decreto su rientro capitali stop taglio detrazioni

venerdì 24 gennaio 2014 15:43
 

ROMA, 24 gennaio (Reuters) - Nel decreto sul rientro dei capitali entra anche la soppressione del taglio alle detrazioni contenuto nella manovra.

Secondo quanto riferisce una fonte governativa, il provvedimento sopprime il comma 575 della legge di Stabilità.

Entro fine mese l'esecutivo avrebbe dovuto riordinare le agevolazioni fiscali in modo da ottenere 488,4 milioni nel 2014, 772,8 nel 2015 e 564,7 milioni nel 2016.

Il comma 575 stabilisce che, senza provvedimenti attuativi, la detrazione del 19% dall'Irpef si riduca al 18% per l'anno di imposta 2013 e al 17% per il 2014.

Il 21 gennaio il governo ha annunciato di non voler più procedere al riordino delle agevolazioni fiscali.

Il Tesoro vuole coprire i mancati introiti incrementando gli obiettivi di risparmio previsti dalla revisione della spesa.

La manovra indica in 3,6 miliardi nel 2015, 8,31 miliardi nel 2016 e 11,31 miliardi nel 2017 i risparmi attesi dalla spending review.

A queste cifre il decreto aggiunge i valori contenuti nel comma 575.

Altra misura di carattere fiscale, il decreto rinvia di tre mesi, dal 16 febbraio al 16 maggio, il termine per il versamento dei contributi all'Inail.   Continua...