PUNTO 2-Poste, 5/6 mesi per concludere vendita quota - Catricalà

martedì 21 gennaio 2014 17:21
 

(Aggiunge dettagli in quinto e sesto paragrafo)

ROMA, 21 gennaio (Reuters) - Potrebbe realizzarsi verso la metà del 2014 la vendita della quota del 30-40% di Poste che il governo ha deciso di cedere a nuovi investitori.

Lo ha detto il vice ministro allo Sviluppo economico, Antonio Catricalà, nel corso di un'audizione alla commissione Trasporti della Camera.

"E' immaginabile un periodo tra i 5 e i 6 mesi per definire i dettagli dell'operazione [il collocamento delle quote]", ha detto Catricalà aggiungendo che il governo non vuole cedere "né il controllo, né la maggioranza del capitale".

Non esistono ancora valutazioni ufficiali di Poste. L'ultima risale al 2010 e valutava il gruppo 9,4 miliardi.

Secondo fonti governative, il governo potrebbe ottenere fino a 5-6 miliardi dalla cessione del 40% di Poste italiane spa per la quale sono allo studio l'allungamento del contratto di programma e della convenzione con la Cdp per renderla più appetibile.

Parlando delle modalità di cessione delle quote, il vice ministro ha spiegato che la legge prevede "varie possibilità di vendita, dall'offerta pubblica alla trattativa diretta. La scelta deve essere lasciata al ministero dell'Economia e delle finanze". Catricalà ha anche aggiunto che i dettagli si stanno "discutendo in questo momento in una riunione al Tesoro".

L'ex presidente dell'Antitrust ha ricordato poi che in varie privatizzazioni di utility postali realizzate in Paesi europei sono state "cedute azioni ai dipendenti".

  Continua...