PUNTO 1-Italia potrà usare clausola flessibilità su deficit se virtuosa - Rehn

venerdì 17 gennaio 2014 17:58
 

(Aggiunge dichiarazioni Rehn e contesto)

ROMA, 17 gennaio (Reuters) - L'Italia potrà aumentare il deficit per finanziare investimenti produttivi se rispetterà gli obiettivi di bilancio e andrà avanti con le dismissioni e con il programma di revisione della spesa pubblica.

Lo ha detto il commissario europeo agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, parlando a Roma dopo un incontro con il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni.

"È possibile attivare la clausola per gli investimenti produttivi, sta nelle mani del governo", ha affermato il commissario.

Il 15 novembre Bruxelles ha chiesto all'Italia una nuova correzione del saldo strutturale. Il quadro di finanza pubblica su cui il governo ha costruito la legge di Stabilità prevede che il disavanzo, al netto del ciclo e delle una tantum, si riduca nel 2014 di 0,1 punti di Pil. La commissione ha chiesto di raggiungere lo 0,66%.

Il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, ha risposto alle obiezioni rinnovando l'impegno sulle dismissioni e annunciando una spending review da 32 miliardi tra 2014 e 2016.

"Sono fiducioso che l'Italia rispetterà i suoi obiettivi di bilancio", ha detto Rehn definendo "importante" l'impegno su privatizzazioni e revisione della spesa.

Il commissario ha tuttavia precisato che per Roma "non è tempo di compiacimenti", rinnovando l'appello ad andare avanti con le riforme strutturali.

L'ultima stima ufficiale di Bruxelles indica in un +0,7% il tasso di crescita dell'economia italiana nel 2014, molto inferiore al +1,1% del governo.   Continua...