Bund in calo, dollaro e borse in rialzo dopo dato lavoro Usa oltre attese

venerdì 6 dicembre 2013 15:02
 

MILANO, 6 dicembre (Reuters) - Forte reazione su tutti i mercati al dato sull'occupazione Usa di novembre, risultato decisamente migliore delle aspettative ravvivando le attese di un'anticipazione del momento in cui la Fed inizierà a ridurre il suo potente stimolo monetario.

Gli occupati non agricoli sono cresciuti il mese scorso di 203.000 unità contro un consensus che si limitiva a una crescita di 180.000. Il dato di ottobre è stato rivisto leggermente al ribasso a +200.000 da 204.000, ma ha compensato la lettura di settembre a +175.000 da 163.000. Il tasso di disoccupazione è sceso a un minimo di cinque anni del 7,0%.

I futures a dicembre sul bund tedesco - in leggero rialzo a metà seduta - ha reagito al dato con un netto calo segnando un minimo di seduta a 139,46 per poi risalire leggermente a 139,64 ma ancora con un calo di 26 tick.

I rendimenti dei Treasuries Usa sono balzati ai massimi di tre mesi, con il tasso del decennale salito fino a 2,93%

Il dollaro si è mosso in rialzo sia su euro, sia su yen ai massimi di seduta. L'euro è sceso fino a 1,3629 dollari dopo i dati da 1,3663 dollari di prima la pubblicazione, per poi riprendersi leggermente a 1,3634/38 dollari in calo di 0,2%.

Il dollaro è salito fino a 102,73 yen da 102,24 yen per poi posizionarsi a 102,87 yen in rialzo di 1,034%.

In rialzo le borse europee con il Ftseurofirst 300 che salito fino a 1269,58 per poi posizionarsi a 1.269,45 mentendo un rialzo dello 0,64%.

L'indice FTSE Mib della Borsa di Milano azzera perdite e mostra un +0,45%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia