Btp pareggiano perdite iniziali, spread in area 240 pb, attesa dati Usa

venerdì 6 dicembre 2013 12:52
 

MILANO, 6 dicembre (Reuters) - Si attenuano leggermente a
metà seduta le tensioni viste sul mercato obbligazionario
italiano e degli altri periferici dopo i messaggi della Bce
ieri.
   "In apertura abbiamo visto ancora un po' di pressioni, ma ora
si stanno attenuando e si attende il dato sul lavoro Usa" dice
un dealer. 
   Per quanto il rialzo dei rendimenti si sia diffuso su tutti i
mercati periferici, per quello italiano le pressioni sono state
leggermente superiori. "La Spagna per esempio ha sofferto meno
grazie probabilmente alle migliori aspettative di crescita"
Alessandro Giansanti, strategist di Ing.
    A metà seduta il differenziale di interesse tra Btp e Bund
decennali si attesta in area 240 punti base,
rientrando da un picco a 242 punti base della mattinata che
rappresenta il massimo di circa un mese (il livello più alto
dopo il 246,9 pb dell'8 novembre scorso), in linea con i 239 pb
della chiusura di ieri. Il rendimento del decennale
 è sullo stesso livello di 4,247% dell'ultima
chiusura. Il rendimento dell'analogo decennale spagnolo è al
4,25%. 
    
    DRAGHI ESPANSIVO MA NON TROPPO 
    Ieri Mario Draghi - dopo la conferma del tasso di
riferimento al minimo storico dello 0,25% - ha raffreddato le
aspettative di una parte del mercato circa imminenti nuove
misure espansive di politica monetaria.  
    "Il presidente della Bce ha lasciato intendere che ulteriori
manovre sono sempre possibili ma non imminenti" dice stamane in
una nota Mps. "In particolare con riferimento all'ipotesi di
un'Ltro, Draghi ha fatto cenno alla possibilità di un'operazione
diversa dalle precedenti, con l'obiettivo di renderla
eventualmente maggiormente finalizzata a fare in modo che la
liquidità iniettata arrivi all'economia. Ma questa ipotesi verrà
presa in esame ce ne sarà bisogno".
    "Il mercato ha letto queste parole pensando che le nuove
misure non saranno necessariamente a breve e ciò ha impattato in
modo marcato sui tassi governativi dell'area spingendoli al
rialzo, con lo spread del decennale tedesco contro quello Usa
che si sta nuovamente avvicinando alla soglia dei 100 punti
base" dice uno strategist. 
    "Un'altra LTRO è poco probabile perché avrebbe un effetto
limitato sul credito" dice una nota dell'ufficio studi Intesa
Sanpaolo. "Riteniamo che se i dati dovessero sorprendere verso
il basso un'ulteriore limatura dei tassi ufficiali sarebbe
possibile. Ma allo stato attuale lo scenario più probabile è
quello di tassi fermi almeno fino alla seconda metà del 2015. A
nostro avviso, un QE rimane una probabilità remota".
    Ora il mercato è in attesa degli importanti dati Usa sul
mercato del lavoro di novembre. Da questi dati si regoleranno le
aspettative di un 'tapering' anticipato rispetto alla previsione
di una parte del mercato. Alcuni analisti hanno già spostato la
scommessa da marzo a gennaio. 
    "Se il numero di posti di lavoro fosse molto vicino o
addirittura superiore alle 200.000 unità, le attese potrebbero
essere spostate già alla prossima riunione Fed del 18 dicembre"
dice la nota di Mps. Il consensus Reuters è per una crescita
degli occupati non agricoli di 180.000 unità dopo i 204.000 di
ottobre.
    Ieri la seconda lettura del Pil Usa del terzo trimestre ha
registrato una revisione migliorativa a 3,6% da 2,8%.
    Il mercato è ancora in attesa del via libera della Bce alla
rivalutazione del capitale della Banca d'Italia, attesa al
margine della riunione di ieri. Draghi non ha fornito dettagli.
Secondo una fonte Reuters la decisione è stata rinviata in
seguito a un commento trasmesso dalla Bundesbank
.     
    
=========================== 12,15 =============================
FUTURES BUND DICEMBRE       140,00   (+0,04)
FUTURES BTP DICEMBRE        114,54   (+0,06) 
BTP 2 ANNI (GIU 15)     103,107  (+0,040)  1,331%
BTP 10 ANNI (MAR 24)   102,449  (+0,098)  4,246% 
BTP 30 ANNI (SET 44)    97,140  (+0,035)  4,992% 
========================= SPREAD (PB)========================== 
                                              ULTIMA CHIUSURA   
 
TREASURY/BUND 10 ANNI  101           100 
BTP/BUND 2 ANNI          114           116        
BTP/BUND 10 ANNI       239           239 
  livelli minimo/massimo            238,8-242,3  230,0-240,1   
BTP/BUND 30 ANNI       227           227
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   291,5         290,0  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   74,6          74,1
===============================================================
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia