Rehn ha solo reitereato parere Commissione Ue su Italia-portavoce

martedì 3 dicembre 2013 19:55
 

BRUXELLES, 3 dicembre (Reuters) - Nella sua contestata intervista di oggi, il commissario per gli Affari economici Olli Rehn ha semplicemente reiterato il parere della Commissione Ue sulla legge di Stabilità del 22 novembre e ricordato che gli introiti da privatizzazione sono di solito sovrastimati dai Paesi Ue.

E' quanto affermato in serata dal portavoce di Rehn Simon O'Connor dopo che le dichiarazioni del commissario hanno attirato le risposte critiche del capo dello Stato Giorgio Napolitano e del presidente del Consiglio Enrico Letta.

La frase di Rehn "ho il dovere di essere scettico" va collegata al fatto che è noto quanto sia difficile prevedere con precisione gli incassi delle dismissioni, ha spiegato O'Connor.

"Questa è la ragione per cui aspettiamo sempre il concretizzarsi delle misure annunciate prima di includerle nei nostri calcoli di bilancio", ha aggiunto il portavoce.

"Il giudizio sull'Italia sarà aggiornato in occasione delle nostre previsioni invernali a febbraio".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia