PUNTO 2-Senato approva legge stabilità, va alla Camera

mercoledì 27 novembre 2013 10:19
 

(Riscrive attacco con via libera ddl Bilancio)

ROMA, 27 novembre (Reuters) - Dopo che il governo ha ottenuto questa notte il voto di fiducia sul maxiemendamento alla legge di stabilità, con 171 sì e 135 no e l'uscita definitiva di Forza Italia dalla maggioranza, l'aula ha approvato questa mattina il disegno di legge sul bilancio. La manovra passa ora alla Camera in seconda lettura, dove già si annunciano nuove modifiche.

Per il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che ieri ha incontrato il premier Enrico Letta, il voto di fiducia certifica "la sussistenza di una maggioranza a sostegno dell'attuale governo", e dunque non occorrono altre verifiche.

Ma per i capigruppo della rinata Forza Italia al Senato e alla Camera, Paolo Romani e Renato Brunetta, serve invece un nuovo passaggio parlamentare per il governo, di cui resta parte integrante il Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano, dopo la rottura con il partito dell'ex premier Silvio Berlusconi.

"Il governo ha meno numeri ma sono numeri certi", ha commentato il senatore Roberto Formigoni, ex governatore della Lombardia e tra i più importanti esponenti del Nuovo centrodestra.

"Il numero degli aderenti al nostro movimento è in aumento", ha aggiunto dicendo che ieri sera alcuni forzisti hanno espresso disagio per la posizione anti-governativa assunta dal nuovo partito di Berlusconi.

Stasera Palazzo Madama tornerà a riunirsi per il voto sulla decadenza da senatore di Berlusconi per la condanna in via definitiva per frode fiscale, come previsto dalla legge Severino.

Proprio sull'espulsione dal Senato di Berlusconi, sostenuta dall'ormai ex alleato di governo Pd, si è prodotto lo strappo nel centrodestra e in maggioranza.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia