PUNTO 1-Gavio e Intesa SP, maggioranza in Tem e BreBeMi, poi fusione e Ipo

lunedì 25 novembre 2013 14:48
 

(Aggiunge dettagli)

MILANO, 25 novembre (Reuters) - Il gruppo Gavio, attraverso Sias e Satap, e Intesa Sanpaolo stringono accordi per definire il controllo congiunto delle holding a monte delle austostrade Tem e BreBeMi, con l'obiettivo di fonderle e portare a Piazza Affari la società nascente.

Gavio e Intesa Sanpaolo, si legge in un comunicato del gruppo di Tortona, hanno sottoscritto degli accordi per capitalizzare e definire la governance di Tangenziali Esterne di Milano (Tem, la holding) e Tangenziale Esterna Spa (TE, la società operativa), nonché Autostrade Lombarde (holding) e BreBeMi (società operativa), opere che complessivamente hanno un valore di circa 4 miliardi di euro.

Gavio e la banca hanno assunto l'impegno a sottoscrivere un aumento di capitale di Tem per complessivi 96,1 milioni (45,6 milioni in capo a Satap e 17,7 milioni da parte di Sias, mentre i restanti 32,8 milioni verranno sottoscritti da Intesa).

Ne conseguirà che domani Tem potrà sottoscrivere l'aumento di pari importo deliberato da TE il 31 luglio scorso, che vedrà Sias versare 34,6 milioni, Intesa 3,4 milioni e i soci costruttori di TE 38,1 milioni.

Sias e Intesa, inoltre, si impegnano, rispettivamente, per 41,6 milioni e 14,8 milioni a sottoscrivere il finanziamento soci subordinato per complessivi 115 milioni.

Contestualmente, si legge in un comunicato di Impregilo , Itinera, altra società del gruppo Gavio, acquista il 3,74% di Tem per 4,7 milioni di euro e il 17,77% di TE per 39,1 milioni. Inoltre, Itinera valorizza la quota lavori nei progetti per circa 23,2 milioni.

L'accordo fra Gavio e Impregilo è subordinato alla rinuncia da parte degli altri soci di Tem all'esercizio dell'opzione sull'aumento di capitale e alla sottoscrizione di almeno il 25% dell'aumento di TE da parte di alcuni soci costruttori.

L'operazione porterà Gavio e Intesa a controllare il 59,1% del capitale di Tem (40% Sias, 1,6% Itinera e 17,5% Intesa).   Continua...