Telecom Italia, non contattato per acquistare convertendo - Fossati

giovedì 21 novembre 2013 18:44
 

MILANO, 21 novembre (Reuters) - Marco Fossati, azionista di Telecom Italia con il 5% circa del capitale, dice di non aver avuto l'opportunità di sottoscrivere una quota del bond convertendo da 1,3 miliardi di euro, con scadenza 2016, lanciato il 7 novembre.

"Ribadisco di non aver ricevuto l'offerta di acquisto del convertendo da parte di Domenico Siniscalco (AD di Morgan Stanley Italia, banca cui è stato conferito il mandato per il collocamento) né di essere stato messo in grado di partecipare alla sottoscrizione", dice Fossati in una nota, che commenta le affermazioni dell'AD Telecom Italia Marco Patuano di oggi.

Patuano ha escluso che i collocatori abbiano offerto il bond privilegiando investitori a loro vicini.

Come Siniscalco "potrà confermare, sono stato io la sera di giovedi 7 novembre a contattarlo via sms alle ore 22:44 chiedendo informazioni più precise relative al convertendo", aggiunge Fossati. Siniscalco "rispondeva di non essere al corrente dei termini della transazione, e comunque gli risultava essere un aumento di capitale contingente offerto a tutti".

(Redazione Milano,reutersitaly@thomsonreuters.com,+39 02 66129431, Reuters messaging: stefano.rebaudo.reuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia