Banche italiane ridurranno portafoglio in titoli Stato - Cannata

mercoledì 20 novembre 2013 10:34
 

MILANO, 20 novembre (Reuters) - Le banche italiane, alle prese con la asset quality review e con una nuova tornata di stress test, ridurrano il loro portafoglio in titoli di Stato italiani.

A dirlo è Maria Cannata, responsabile del Tesoro per la gestione del debito pubblico, che si dichiara fiduciosa sulla possibilità di compensare questa diminuzione con un ruolo crescente degli investitori isituzionali esteri.

"E' chiaro cha con la asset quality review e i nuovi stress test le banche italiane dovranno ridurre la loro posizione (in titoli di Stato italiani) in portafoglio" ha detto Cannata nel corso di una trasmissione televisiva Rai.

"Ma nel 2013 abbiamo visto una larga partecipazione di investitori, soprattutto istituzionali, da tutte le aree del mondo. E in Italia abbiamo un settore assicurativo molto forte che investe parecchio" ha aggiunto.

"Siamo fiduciosi in una presenza sensibile e crescente nel tempo da parte degli investitori istituzionali esteri" ha concluso Cannata, reduce da numerosi viaggi internazionali per incontrare investitori di diversi continenti.

A settembre il portafoglio di titoli di Stato italiani in mano alle banche era pari a 394,1 miliardi dopo aver toccato a giugno il record di 401,7 miliardi. A fine 2012 il portafoglio si attestava a 331,1 miliardi.

(Luca Trogni)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia