19 novembre 2013 / 13:42 / 4 anni fa

PUNTO 2-Tesoro favorevole a garanzie su impieghi Cdp - Fassina

* Cdp, la partita vale nuovi impieghi per 15 mld al 2015

* Fassina esclude problemi con la Commissione europea

* Pmi, governo studia la piattaforma per il credito (Aggiunge D‘Alì al 12esimo paragrafo, contesto in coda)

ROMA, 19 novembre (Reuters) - Il ministero dell‘Economia è favorevole a introdurre una garanzia pubblica sugli impieghi della Cassa depositi e prestiti.

Lo dice Stefano Fassina, vice di Fabrizio Saccomanni in quota Pd, conversando con i cronisti a margine dei lavori in Senato sulla legge di Stabilità.

“Le garanzie sugli impieghi fanno parte della pluralità di strumenti per istituire una piattaforma di credito alle piccole e medie imprese”, ha detto Fassina confermando quanto anticipato da Reuters il 12 novembre.

Pd, Pdl e Scelta civica hanno presentato emendamenti ‘fotocopia’ per consentire alla Cdp di alzare a 95 da 80 miliardi gli impieghi previsti dal piano industriale fino al 2015.

Uno di questi emendamenti, prima firmataria Cinzia Bonfrisco (Forza Italia), dice che con un decreto non regolamentare il Tesoro potrà garantire “le esposizioni assunte da Cdp” utilizzando il risparmio postale.

Una fonte governativa spiega a Reuters che a spingere per l‘approvazione degli emendamenti è la stessa Cdp. Il Tesoro finora si è mostrato più prudente perché teme censure della Commissione europea.

“L‘idea è di fare un ricorso più massiccio alle ‘contigent liability’, come accade in altri Paesi, ma il ministero dell‘Economia non è del tutto convinto. Ci sono diverse anime”, dice la fonte.

“Abbiamo sciolto i dubbi”, assicura invece Fassina.

L‘Italia si è impegnata con l‘Europa a mantenere l‘indebitamento netto entro il 3% del Pil e a ridurre il debito pubblico.

Non potendo far leva sul bilancio, il governo vuole ricorrere alla Cdp, che è fuori dalla pubblica amministrazione, per finanziare interventi di sostegno dell‘economia.

RENDERE LE PMI MENO DIPENDENTI DAL CREDITO BANCARIO

La piattaforma per il credito a cui allude Fassina metterà insieme il fondo di garanzia per le Pmi e i confidi.

“Aspettiamo un canovaccio dal governo. Poi presenteremo un nostro emendamento”, dice il relatore di Nuovo centrodestra Antonio D‘Alì.

Il progetto, illustrato dal governo solo a grandi linee, prevede inoltre che la Cdp possa acquistare crediti erogati a piccole e medie imprese riducendo il peso delle sofferenze sui bilanci bancari.

Nel suo piano industriale la Cdp mette sul piatto fino a 5 miliardi per sostenere le imprese attraverso diverse iniziative. Una delle opzioni prevede che Cdp sottoscriva obbligazioni emesse dalle aziende di minori dimensioni o titoli che hanno come sottostante i crediti alle imprese.

La strada delle cartolarizzazioni figura in alcuni emendamenti della maggioranza e rientra nelle strategie che il governo sta studiando per rendere le Pmi meno dipendenti dal credito bancario.

Altri interventi sono contenuti nel disegno di legge su Destinazione Italia, il piano per aumentare gli investimenti diretti dall‘estero.

Il ddl, che dopo numerosi rinvii tornerà sul tavolo del Consiglio dei ministri questa settimana, consente alle imprese di porre i beni mobili anche a garanzia di obbligazioni e minibond.

Non solo: il governo vuole modificare la legge 130 del 1999 consentendo di cartolarizzare anche le obbligazioni e i minibond.

Un terzo intervento punta a rendere più facile per compagnie di assicurazione, fondi pensione ed enti previdenziali investire in obbligazioni (anche prive di rating) e titoli cartolarizzati.

(Giuseppe Fonte e Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below