PUNTO 2-Saccomanni a Ue: in arrivo "diversi miliardi" da spending review e privatizzazioni

venerdì 15 novembre 2013 16:11
 

* Roma vuole rafforzare manovra dopo critiche Bruxelles

* In questo modo avrà maggiore spazio su investimenti

* Ministro: rispetto Ue, nessun condizionamento politico (Cambia titolo e aggiunge dichiarazioni dopo conferenza stampa)

di Giselda Vagnoni

ROMA, 15 novembre (Reuters) - Il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, risponde ai timori della Commissione europea sull'andamento del deficit e del debito italiano nel 2014 dicendo di aver già messo in campo misure per contrastare eventuali rischi di sforamento delle regole Ue.

In particolare, "diversi miliardi" sono attesi dalla revisione della spesa intrapresa dal neo commissario Carlo Cottarelli e dal programma di privatizzazioni che dovrebbe essere pubblicato "nei prossimi giorni".

Altri benefici ai conti pubblici arriveranno da provvedimenti annunciati dal governo, anche se non formalmente inseriti nella Legge di Stabilità, come la delega fiscale, la rivalutazione delle quote del capitale della Banca d'Italia e il rientro dei capitali illecitamente detenuti all'estero.

L'esecutivo di Bruxelles ha puntato il dito contro il rischio che la legge di Stabilità non consenta una sufficiente riduzione del deficit strutturale, né del rapporto debito/Pil.

Nel 2014, quindi, Roma non potrà sfruttare spazi aggiuntivi di manovra come fatto quest'anno con il pagamento dei debiti della Pubblica amministrazione, a meno di novità.   Continua...