Ue, governi pronti ad intervenire per sostenere banche dopo stress test

giovedì 14 novembre 2013 14:00
 

BRUXELLES, 14 novembre (Reuters) - I paesi dell'Unione Europea si impegneranno ad avere fondi disponibili per aiutare le banche che avranno bisogno di capitale dopo i prossimi stress test.

E' quanto diranno domani i ministri delle finanze Ue, secondo la bozza di un comunicato ottenuto da Reuters.

Nel comunicato, elaborato per sottolineare la volontà di pronta reazione dei paesi Ue ai test bancari europei del prossimo anno, i responsabili delle finanze chiederanno che i primi soggetti a sostenere le banche in caso di difficoltà saranno gli stessi investitori. Tuttavia si vuole indicare anche la disponibilità da parte dei governi a sostenere gli istituti in difficoltà e come l'eurozona sosterrà quei paesi che sono troppo deboli per affrontare da soli eventuali problemi.

Nella zona euro, i governi che hanno bisogno di aiuti per ricapitalizzare le loro banche dovrebbero prima chiedere un prestito al fondo di salvataggio europeo Esm (European Stability Mechanism) e solo successivamente possono intervenire direttamente offrendo fondi alle banche, secondo il comunicato.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia