Pdl, aderire a Fi solo con condivisione idee e leader - Quagliariello

mercoledì 13 novembre 2013 18:58
 

ROMA, 13 novembre (Reuters) - Prima di decidere se aderire alla nuova Forza Italia, che sostituirà il Pdl, è necessario condividere un minimo comune denominatore di idee per il centrodestra e per la leadership.

Lo ha detto il ministro delle Riforme , Gaetano Quagliariello, tra i fedeli all'esecutivo Letta attaccati dai cosiddetti lealisti a Silvio Berlusconi.

"Il passaggio dal Pdl a Forza Italia non è un momento tattico. O ci sono le condizioni minime perché si possa stare assieme - stessa idea di cosa è bene per il Paese e per il centrodestra, di chi sarà il leader - o non si deve aderire", ha detto il ministro alla presentazione di un libro di giornalisti del Pd sul tentativo di Pier Luigi Bersani la scorsa primavera di costituire un nuovo governo, presentazione alla quale partecipa anche il premier Enrico Letta.

"Ma grave sarebbe aderire e poi non rispettare le regole che ci si è dati, perché alla fine alla linea uscita dal partito ci si deve adeguare", ha precisato Quagliariello mentre le due anime del Pdl restano distanti e la scadenza del Consiglio nazionale che dovrebbe formalizzare il passaggio a FI si avvicina.

La data prevista è quella del 16 novembre.

(Roberto Landucci))

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia