Btp chiudono in rialzo in clima positivo, bene aste, spread a 239 pb

mercoledì 13 novembre 2013 17:49
 

MILANO, 13 novembre (Reuters) - Il mercato obbligazionario
italiano, in linea con gli altri europei, chiude portandosi in
territorio positivo sulla spinta soprattutto delle dichiarazioni
di un esponente della Bce circa eventuali nuove misure di
politica monetaria.
    Peter Praet, membro del consiglio direttivo della Bce, ha
detto che la banca centrale è pronta a cercare di ricondurre il
tasso di inflazione verso il target del 2% anche portando il
tasso dei depositi in negativo e acquistando asset.
 
    Invece il mercato non ha gradito le dichiarazioni Jens
Weidmann, capo della Buba e consigliere Bce, che ha ribadito la
propria opposizione a mosse che considera troppo espansive della
Bce e ha avvertito dei rischi che potrebbero derivare da tassi
bassi per lungo tempo. 
     Sullo sfondo restano infine le incertezze per il timing del
tapering Usa, che una parte del mercato vede anticipato a fine
anno rispetto alle stime circolate dopo lo shutdown
amministrativo Usa. 
    "Il mercato italiano, già soddisfatto per il risultato delle
aste di oggi, nel pomeriggio si è mosso al rialzo per le
dichiarazioni di Praet, guadagnando terreno sul Bund rispetto ai
picchi di giornata" dice un dealer. 
    Su piattaforma Tradeweb il differenziale di rendimento tra
decennali italiani e tedeschi chiude in area 239
punti base, dopo un massimo a 241 pb, dai 237 della chiusura di
ieri. 
    Il tasso sul dieci anni italiano quota 4,121%
da 4,15% dell'ultima chiusura. Appesantito solo il tratto a
lunghissimo della curva. 
    Il decennale spagnolo offre un rendimento del 4,106%,
accorciando la distanza rispetto all'italiano. 
    
    INTERESSE SU ITALIA DA INVESTITORI A CACCIA DI RENDIMENTI
    Il Tesoro ha intanto collocato con successo le aste a
medio-lungo per 5,468 miliardi, appena sotto il massimo del
range offerto di 4,25-5,5 mld, con rendimento in generale in
calo, ma in particolare quello sul Btp a tre anni, al minimo dal
marzo 2010. 
    In una situazione generale di rendimenti necessariamente in
netto calo dopo il taglio dei tassi Bce la scorsa settimana, gli
investitori sono ora alla caccia di ogni asset sia in grado di
offrire un pick-up di rendimento. E le aste di oggi su Btp e
CCTeu, hanno offerto una buona occasione.
    Maria Cannata, responsabile della gestione del debito
pubblico ha detto che "gli investitori americani rappresentano
una quota importante dei nostri compratori in asta, tanto da
risultare più importante di Gran Bretagna e zona euro".
 
    Dichiaratasi "soddisfatta" delle emissioni di quest'anno,
Cannata ha aggiunto che da qui a fine anno l'unico problema sarà
"ripartire l'offerta". In questo senso, aggiunge, è probabile la
cancellazione di qualche asta. 
    Le attese sono per una cancellazione - come è accaduto negli
anni passati - delle aste a medio-lungo di metà dicembre, oltre
al mancato rinnovo dei due Bot flessibili in scadenza a dicembre
per un ammontare complessivo di 8,5 miliardi.
    Infine Cannata ha anche detto che le agenzie di rating
potrebbero migliorare l'outlook sul rating dell'Italia a
'stabile' da 'negativo'. 
    "Il miglioramento della valutazione della agenzie è prorpio
il carburante che il mercato italiano aspetta per accelerare al
rialzo" dice uno strategist. "Mi aspetto che lo spread scenda
sotto 130 per poi avvicinarsi a quota 100 anche solo con un
miglioramento dell'outlook".
    Oggi pomeriggio in occasione della riapertura riservata agli
specialisti dell'asta Bot di ieri sono stati collocati tutti i
650 milioni offerti, con una domanda quasi doppia. L'importo
della riapertura di oggi rappresenta solo il 10% dell'ammontare
collocato ieri, invece del canonico 15%, altro fattore derivante
dal maxi-collocamento del Btp Italia da 22,27 miliardi.
========================== 17,30 ===========================
FUTURES BUND DICEMBRE       141,30   (+0,61)
FUTURES BTP DICEMBRE        115,26   (+0,30) 
BTP 2 ANNI (GIU 15)     103,424  (+0,081)  1,222%
BTP 10 ANNI (MAR 24)   103,508  (+0,254)  4,120% 
BTP 30 ANNI (SET 44)    96,793  (-0,505)  5,015% 
========================= SPREAD (PB)========================== 
                                              ULTIMA CHIUSURA   
 
TREASURY/BUND 10 ANNI  100            99 
BTP/BUND 2 ANNI          114           118        
BTP/BUND 10 ANNI       239           237 
  livelli minimo/massimo            237,5-241,3  235,8-238,5   
BTP/BUND 30 ANNI       233           224
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   289,8         288,1  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   89,5          82,8
=============================================================== 
    
    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia