Investitori giapponesi tornano ad acquistare bond Italia e Spagna

lunedì 11 novembre 2013 09:45
 

TOKYO, 11 novembre (Reuters) - Gli investitori giapponesi si stanno riavvicinando timidamente al mercato obbligazionario periferico della zona euro scommenttendo che il peggio della crisi del debito sia alle spalle e che la politica monetaria espansiva sosterrà in futuro le quotazioni del debito europeo.

Secondo i numeri diffusi questa mattina da Tokyo, in settembre gli investitori giapponesi hanno realizzato acquisti netti di bond italiani per 35.000 miliardi di yen, circa 264 milioni di euro, il primo saldo positivo da sei mesi e il dato più consistente dal giugno 2011 (allora gli acquisti netti furono di 65.500 miliardi).

Gli acquisti netti di bond spagnoli si sono attestati a 46,5 miliardi di yen, la cifra più alta dal marzo 2011.

"Abbiamo avuto numeri crescenti di richieste di bond italiani e spagnoli da parte degli investitori nell'ultimo paio di mesi", spiega Hiroki Shimazu di Smbc Nikko Securities.

Al picco della crisi sul debito della zona euro - dal luglio 2011 al settembre 2012 - gli investitori giapponesi hanno venduto complessivamente 1.581 miliardi di yen (quasi 12 miliardi di euro) di bond italiani e 374 miliardi di bond spagnoli.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia