PUNTO 1-Risultato Btp Italia non porterà a prefunding 2014 - Cannata

venerdì 8 novembre 2013 12:12
 

(modifica titolo e riscrive con dettagli, virgolettati)

BRUXELLES, 8 novembre (Reuters) - L'importo del collocamento dell'ultimo Btp Italia è stato "un po' eccessivo" secondo il responsabile debito pubblico del Tesoro Maria Cannata che tuttavia esclude attività di prefunding per l'anno prossimo.

In un'intervista a Reuters a margine di un seminario a Bruxelles Cannata definisce l'ammontare del collocamento del Btp Italia novembre 2017 - assegnato per l'importo record di 22,3 miliardi di euro - "un po' eccessivo" e spiega che "l'Italia sta valutando per l'anno prossimo alcuni cambiamenti su come effettuare questo tipo di operazioni in modo da poter controllare meglio l'importo finale".

L'elevato importo dell'ultima emissione, prosegue la responsabile del debito pubblico, permette al Tesoro di effettuare minori emissioni nel corso di quest'anno ma non è in programma attività di prefunding per il 2014.

Maria Cannata aggiunge che il Tesoro sta valutando l'ipotesi di operazioni di concambio e buyback per alleggerire la massa dei rimborsi sulle scadenze 2015 e 2017.

Obiettivo del ministero, prosegue, è di proseguire nello sforzo di allungamento della scadenza media del debito.

Cannata spiega infine che l'ultimo Btp Italia è stato equamente collocato tra investitori istituzionali e retail; a soggetti esteri è andato l'8% del nuovo bond.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia