PUNTO 1-Francia, S&P taglia a 'AA' da 'AA+', cita lentezza riforme

venerdì 8 novembre 2013 09:49
 

(Cambia titolo, riscrive, aggiunge dettagli, dichirazioni)

PARIGI, 8 novembre (Reuters) - L'agenzia di rating Standard & Poor's ha tagliato di un notch il rating sovrano della Francia, a 'AA' da 'AA+', esprimendo un giudizio negativo sui tentativi del presidente Francois Hollande di riformare la seconda economia della zona euro.

Tutte le tre principali agenzie di rating hanno già privato Parigi della tripla A, ma S&P's è stata la prima a procedere a un secondo downgrade, avvertendo di non ritenere le riforme dell'ultimo anno sufficienti a implementare la crescita.

"Riteniamo che le riforme fiscali del governo francese, così come quelle del mercato dei prodotti, dei servizi e del lavoro non innalzeranno sostanzialmente le prospettive di crescita della Francia nel medio termine", si legge in una nota dell'agenzia.

"Il perdurare di alti livelli di disoccupazione è destinato a indebolire il supporto per altre riforme significative", prosegue S&P's.

Immediata la replica del ministro delle Finanze Pierre Moscovici che, prendendo atto della decisione di S&P's, ha ribadito che il debito sovrano francese resta tra i più sicuri e più liquidi del mondo e ha messo in dubbio quelle che ha definito "critiche inaccurate" all'economia francese.

S&P's ha inoltre rivisto l'outlook della Francia a stabile da negativo.

"L'outlook stabile riflette la nostra aspettativa che il governo si impegni a contenere il debito netto e che la probabilità di un'ulteriore azione sul rating della Francia nel corso dei prossimi due anni è inferiore a uno su tre".

I future dicembre sugli Oat, i titoli di Stato francesi, , intorno alle 9,40 cedono 11 tick a 134,48.   Continua...