PUNTO 1-Imu, non facile eliminare seconda rata 2013 - Saccomanni

martedì 5 novembre 2013 18:57
 

* Tra le ipotesi l'aumento degli acconti per le banche

* Saccomanni cerca il consenso dei partiti

* La Commissione europea vigila sul deficit (Aggiunge fonte governativa e contesto)

di Francesco Canepa e Giuseppe Fonte

LONDRA/ROMA, 5 novembre (Reuters) - Mano a mano che si avvicina la fine del 2013 diventa più difficile trovare i 2,4 miliardi necessari per eliminare la seconda rata dell'Imu su abitazioni principali, terreni agricoli e fabbricati rurali.

Lo ha detto il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, incontrando i cronisti a Londra, al termine del vertice con il governatore della Banca d'Inghilterra, Mark Carney.

"Il reperimento delle risorse non è una cosa facile", ha detto l'ex direttore generale della Banca d'Italia.

"Si tratta di trovare consenso politico se si vuole intevenire in un modo piuttosto che in un altro. E naturalmente, con il passare del tempo, le opzioni disponibili si riducono", ha aggiunto il ministro.

L'abolizione della seconda rata è motivo di tensione con la maggioranza. Ne è la prova ciò che ha scritto su Twitter il capogruppo del Pdl a Montecitorio, Renato Brunetta: "Continua a destare tenerezza l'arrampicarsi sugli specchi di Saccomanni. Gli siamo vicini".   Continua...