Rbs crea bad bank crediti problematici per 38 mld stg

venerdì 1 novembre 2013 09:13
 

LONDRA, 1 novembre (Reuters) - Royal Bank of Scotland ha annunciato la creazione di una 'bad bank' interna per gestire i crediti problematici dopo che il governo di Londra ha rinunciato a imporre un vero e proprio spezzatino dell'istituto.

Il governo, a cui fa capo l'81% di Rbs, ritiene che la nuova struttura della banca consentirà di erogare più credito alle piccole imprese.

La bad bank, definita 'capital resolution division', sarà operativa dal 2014 e avrà in pancia crediti per 38 miliardi di sterline, con il conseguente smobilizzo di capitale per 10-11 miliardi di sterline.

La mossa si tradurrà in una svalutazione extra pari a 4-4,5 miliardi di sterline nell'attuale trimestre.

Rbs punta ad avere un core capital ratio dell'11% circa entro la fine del 2015 e del 12% un anno dopo, ovvero tre punti percentuali superiore a quello attuale.

Inoltre, verrà accelerato il disinvestimento di Citizens, con un'Ipo parziale programmata per l'anno prossimo.

L'annuncio della creazione della bad bank è stato fatto in occasione della pubblicazione dei risultati del terzo trimestre, archiviato con un utile operativo di 438 milioni di sterline (909 milioni l'anno prima) e una perdita ante imposte di 634 milioni (1,368 miliardi).

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia