Fisco aumenta le rendite a 224.000 immobili di pregio a Roma

giovedì 31 ottobre 2013 11:13
 

ROMA, 31 ottobre (Reuters) - L'Agenzia delle entrate ha alzato la rendita catastale di 175.000 immobili in numerose zone di pregio a Roma, facendo emergere un imponibile superiore a 123 milioni di euro.

Nel mirino del fisco sono finiti 224.000 immobili situati in 17 zone anomale, dove cioè il rapporto fra il valore medio di mercato e quello medio catastale è maggiore o minore almeno del 35% rispetto all'analogo rapporto riferito all'insieme delle microzone comunali.

I quartieri sono: Centro Storico, Aventino, Trastevere, Borgo, Prati, Flaminio 1, XX Settembre, Monti, San Saba, Testaccio, Gianicolo, Delle Vittorie-Trionfale, Flaminio 2, Parioli, Salario Trieste, Esquilino e Ville dell'Appia.

"Una delle conseguenze più evidenti è la sostanziale scomparsa di alcune vecchie categorie non più attuali, come ad esempio quella ultrapopolare (A/5), e la forte riduzione delle abitazioni di tipo popolare (A/4) ed economico (A/3), che erano ancora presenti in diverse zone del Centro", spiega l'Agenzia delle entrate.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia