Bond euro negativi in apertura, Fed meno pessimista su crescita Usa

giovedì 31 ottobre 2013 09:38
 

LONDRA, 31 ottobre (Reuters) - Partenza con il segno meno
per l'obbligazionario tedesco, che si allontana dai massimi
degli ultimi due mesi in risposta al tono meno 'dovish' delle
attese adottato ieri sera da Federal Reserve.
    In perfetta sintonia con le attese, la banca centrale Usa ha
mantenuto invariato sia il costo del denaro sia l'importo del
'quantitative easing' - 85 miliardi di dollari al mese -
prendendo atto che la pausa degli uffici federali legata al
mancato accordo sul debito avrà un impatto sulla performance
economica del quarto trimestre e che il miglioramento del
mercato immobiliare sembra essersi arrestato.
    Il messaggio del Federal Open Market Committee è però
apparso meno improntato a timore sulle prospettive della
congiuntura.
    "La fase rialzista del mercato obbligazionario potrebbe
interrompersi dopo il comunicato Fed" rileva una nota dello
strategist Commerzbank Benjamin Schroeder.
    "La banca centrale Usa ha aperto margini di risalita per i
rendimenti ma il raffreddamento dell'inflazione europea tende a
contenere il movimento" aggiunge.
    L'attenzione sul fronte macro si concentra intanto sulla
stima flash Eurostat relativa ai prezzi al consumo di ottobre,
di cui si prevede una lieve ripresa al tasso annuo di 1,2% dopo
l'1,1% di settembre, ben lontano dall'obiettivo Bce di
inflazione 'inferiore ma prossima a 2%'.
    
========================== ORE 9,35 ===========================
 FUTURES EURIBOR DIC.           99,74  (inv.)
 FUTURES BUND DICEMBRE       141,70  (-0,15)          
 FUTURES BTP DICEMBRE        114,25  (-0,14)      
 BUND 2 ANNI             100,162 (-0,009)   0,162% 
 BUND 10 ANNI           102,649 (-0,115)   1,703% 
 BUND 30 ANNI            97,699 (-0,226)   2,609% 
===============================================================

    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia